Archivi tag: … Sbroccami ‘sta fava

Verità e falsità sui vaccini- #vacciniamoli #iovaccino

Volevo riscrivere per la millesima volta qualcosa anch’io sui vaccini e i cialtoni antivaccini, in genere gGente che e’ laureata in Storia Antica o Letteratura Ugro-Finnica, ma si sente in dovere di salomoneggiare su virus e sistema immunitario come un Nobel della medicina. In genere poi questi espertoni votano abBeppe Grillo o Lega Nord (o vieni a dire di no, forza!).

Volevo scrivere qualcosa, ma questo pezzo qua e’ gia’ bell’e scritto, e quindi leggetevelo: non ci snon nemmeno le parolacce.

Barney

Sorgente: Verità e falsità sui vaccini- #vacciniamoli #iovaccino

Spiegare concetti semplici ai Grillanti Coglioni Complottardi

E’ un tentativo disperato, ma ho dalla mia Leonardo Serni, gia’ citato qua dentro mille volte (oppure tre) e personaggio di spicco della Usenet italiana.

Si parte dalla roboante affermazione di abBeppeGrillo sulle mammografie, che in pratica si traduce cosi’: i medici impongono la mammografia ogni due anni perche’ cosi’ $Big$Pharma fa i soldi, e le statistiche dicono che le donne si ammalano di cancro al seno ugualmente, sia che si facciano la mammografia, che se non se la fanno.

Il commento del Serni su it.discussioni.misteri e’ qua sotto copincollato per voi che Usenet manco sapete che esiste 😛

Oh, Grillo ha detto la verità e nient'altro che la verità:

    > ...mammografie. E dice di farle  ogni due anni ma la differenza
    > percentuale di malattia fra chi le fa ogni due anni e chi le fa
    > meno spesso è solo del due per mille

anzi: la differenza è probabilmente ancora meno del due per mille; è zero.

Ma quello che Grillo lì non dice, è "tutta" la verità. Manca un pezzo, che
è un pezzo importantissimo.

Una donna che fa una mammografia ogni due anni ed una che la fa ogni dieci
hanno la stessa probabilità di avere un tumore al seno. E' ovvio, no? Dato
che la mammografia non protegge contro il tumore al seno - ti dice solo se
ce l'hai o non ce l'hai.

E' come fare un salto in cantina della casa al mare, per vedere se l'umido
ha chiazzato l'intonaco. Che tu guardi, o che tu non guardi, l'umido fara'
sempre la stessa cosa: o avra' chiazzato, o non l'avra' fatto.

Ma la donna che fa la mammografia ogni due anni ha il *cento per cento* di
probabilità (salvo errori diagnostici!) di scoprire di avere un tumore che
e' li' da "meno di due anni". Cioe' e' ancora piccolo e vulnerabile.

La donna che la fa dopo dieci anni, magari il tumore ha avuto cinque anni,
o sei, per crescere, incattivirsi e diffondersi.

Una cosa e' entrare in cantina, trovare l'intonaco chiazzato e correre dal
Brico a comprare un deumidificatore, e magari mettere in salvo gli oggetti
più "preziosi" della cantina.

Un altro e' entrare nella cantina e scoprire che da tre anni l'intonaco di
mezzo soffitto si e' staccato, e' caduto sulla roba che c'era, e' marcito,
e a questo punto bisogna svuotare la cantina e buttare via ogni cosa. Puoi
fare un intervento di ripristino, certo, ma sara' molto piu' distruttivo.

===

Capisco che uno non si fidi di Big Pharma o di chi ha una laurea, ma hanno
almeno una cantina?

Leonardo

Ce la faranno i nostri grillanti a capire la metafora della cantina? Non lo so mica…

I Porcupine Tree son qua sotto solo per liberarmi la bocca dal sapore di complotto del cazzo:

Barney

… and the winner is…

Noi abbiamo Razzi, Scilipoti, Giovanardi, il branco compatto dei leghisti… Non siamo messi benissimo, come politici, va detto.

Bene: negli USA stanno forse peggio di noi, perche’ li’ hanno i repubblicani, ideologicamente piu’ vicini ad un inquisitore del medioevo (e quindi a un talebano del 2015, o a Razzi -che e’ uguale-) che ad una persona con una intelligenza normale.

Questo genio vince il premio “Peggior argomento contro il global warming” di sempre. Si chiama James Mountain Inhofe, e ha messo su questo bel teatrino:

(tutta la storia qua).

Qualcuno dira’ che e’ stata una trollata, che l’ha fatto non perche’ ci crede, ma per attirare attenzione. Direi che basta leggere quel che pensa su altri argomenti per non avere piu’ alcun dubbio al riguardo: ci crede eccome.

Epic win, Mountain Jim.

Barney

Fuffa pericolosa: la Nuova Medicina Germanica. Seconda puntata

La prima puntata qua.

Allora, si diceva che “…c’e’ una legge (certo: una legge) che spiega la corrispondenza delle zone del cervello con organi differenti, sulla base di una semifantasiosa interpretazione della morfogenesi.”

E’ la terza legge di Hamer, che fa cosi’ (copincollato da qua):

“Il cancro (e la malattia) sono una risposta biologica ad un ordine sensato del cervello: la malattia è un programma SBS della natura. A seconda del tipo di choc subìto vengono interessate parti del cervello e relativi organi. Ogni conflitto, cioè, ha un suo preciso contenuto, che si definisce nell’istante dello choc. La diversità di questo contenuto è quella che determina o l’accrescimento dei tessuti o la piaga, l’ulcera. Ogni organo è collegato ad un ben preciso “relè” nel cervello: nell’istante dello choc questo relè si attiva e la malattia si manifesta contemporaneamente a livello psichico, cerebrale e organico.
Nella fase attiva del conflitto (simpaticotonia), il cervello recente produce necrosi o ulcere nei tessuti, mentre il cervello antico produce tumori compatti con proliferazione cellulare. Invece, nella fase di soluzione del conflitto (vagotonia) succede il contrario: il cervello recente colma le necrosi e le ulcere (tramite virus, batteri, gonfiori e produzione di cisti) mentre il cervello antico riduce i tumori per necrosi (tramite funghi e micobatteri).”

Tutto cio’ e’ scientifico come l’homunculus medievale, che nulla ha a che vedere con l’homunculus rappresentato nella nostra corteccia cerebrale, come ogni buon studente di neuroscienza sa (e io ero un ottimo studente di neuroscienze, una vita fa). Ma l’ha detto Hamer, non c’e’ bisogno di stare a studiare anni e anni, no? Fidiamoci, e andiamo avanti, che mica e’ la cosa peggiore, questa.

No, perche’ c’e’ la quarta legge biologica di Hamer, che dice che…

“…i microbi assumono la funzione di eliminazione del tumore che, avendo esaurito il suo compito, non è più necessario e quindi ha smesso di proliferare. Dopo la soluzione del conflitto infatti inizia la fase di riparazione: saranno funghi e micobatteri che renderanno i tumori masse necrotiche senza più alcuno sviluppo, saranno invece virus e batteri che attiveranno la “cicatrizzazione” di piaghe e ulcere.”

La chemio? Una cazzata. Bastano i virus e i batteri (quali? Mah, a caso direi…) che si occupano di ristabilire la salute del malato. Di cancro.

A patto che si sia risolto il conflitto a livello di cervello e psiche, immagino.

E si finisce in bellezza con la quinta legge:

“Il cancro, la malattia, è dunque una parte di un programma speciale, biologico sensato della natura. Non è (nel caso del tumore) una crescita casuale, dissennata e selvaggia di cellule impazzite, bensì un processo del tutto comprensibile e addirittura prevedibile che si attiene ai dati dell’evoluzione ontogenetica”

Le conclusioni di tutta questa massa di MERDA (le cose van chiamate con il loro nome, e fanculo a chi ci crede, perche’ la gente a seguire queste puttanate MUORE) sono evidenti, e ve le copincollo qua cosi’ leggete senza affaticarvi troppo:

“Una volta si diceva: lasciate che la malattia faccia il suo corso. Secondo Hamer bisogna acquisire la lucidità necessaria per capire in quale fase ci si trova, prima di decidere alcunché. Se si è raggiunta la consapevolezza di questo percorso, ci si servirà di interventi clinici e farmacologici atti alla attenuazione dei sintomi fisici eccessivi o mal tollerati.
Intervenire con chemioterapia o radiazioni significa interrompere, alterare, squilibrare un percorso biologico, sensato e utile, che la natura ha stabilito che deve essere compiuto fino in fondo. Viene alla luce che terapie dolci come: l’ascorbato di potassio, il cloruro di magnesio, gli immunostimolanti atossici, l’aloe ecc possono dare spesso risultati positivi. Sono terapie che portano aiuto all’organismo affaticato durante il suo percorso biologico e sensato che chiamiamo malattia, che lo sostengono senza squilibrare, senza avvelenare, e senza creare panico eccessivo.
Se il cancro e la malattia sono dunque la risposta biologica ad un ordine sensato del cervello, non esiste nessuna sostanza cancerogena che lo provoca, nessuna cellula impazzita, nessuna malattia incurabile che crea metastasi: conoscendo l’intero decorso della malattia e dei suoi processi ognuno di noi può essere il regista/protagonista della propria malattia

Io a gente del genere proporrei la scelta tra i lavori forzati e l’ergastolo in isolamento, ma forse sono troppo cattivo.

Per approfondire vi consiglio -come sempre in questi casi- di andare a leggere lo splendido articolo su MedBunker. Scoprirete che tra i seguaci c’e’ pure chi cerca di incastrare la musica classica con i deliri di Hamer, con risultati incredibili (nel senso che non ci si puo’ credere, ad ascoltare simili robe nel 2015).

Qualcuno mi dice che io (ma soprattutto chi fa piu’ seriamente quel che faccio io qua per divertimento) perdo tempo, che non si capisce perche’ mi accanisca contro questi santoni acchiappacoglioni.

Beh, il motivo e’ semplice: chi segue questa gente ed e’ malato ha una speranza di vita molto, molto bassa. I morti direttamente o indirettamente riconducibili alle puttanate sesquipedali della NMG sono piu’ di 300.

E aumentano ogni giorno.

E allora, RATM:

[1]: e’ sempre “Nota del Bischero”, ossia mia…

Barney

Tolleranza zero, quando una minoranza sfrange i maroni con la macina di granito

Penso d’essere una persona tollerante e democratica, almeno in generale (lascio da parte argomenti topici come il basket, i fumetti, la musica e la letteratura contemporanea. Li’ dimostro quanto si possa esser talebani senza nemmen pagare pegno a un dio a piacere).

Penso anche di essere ragionevole: per dire, non mi arrogo mai il diritto di imporre qualcosa a qualcuno (i leghisti sono esclusi dal conto, i fascisti pure. Ma si parlava di persone, no?), e cerco nei limiti del possibile di comprendere -dialogando- le ragioni di tutti: vegani, rifondaroli, omosessuali, pastafarianisti e testimoni di Geova. A patto che queste categorie non vogliano imporre a me il loro pensiero; che viene facile da capire il perche’ se uno ha a mente gli omosessuali, ma anche i testimoni di Geova potrebbero risultare nefasti nel caso volessero NON farti fare una trasfusione di sangue quando ne hai bisogno, no?

Bene, questo per dire che cerco di venire incontro alle idee e alle esigenze degli altri.

Pero’.

Pero’ -porca puttana maiala e dio nànos come se fosse antani- a volte le minoranze mi fanno diventare nazista. E esplorare nuovi orizzonti lessicali per le bestemmie.

Un esempio e’ quel che e’ successo stamani. Stamani nella mia citta’ si correva la -dio mi perdoni- maratona.

Che gia’ io non capisco chi corre per ore senza alcun motivo plausibile, ma -per quanto esposto sopra- oltre che commentare acido e assorto non faccio: chi vuole sudare come un porco tutti i giorni con i calzoncini attillati e le cannottiere traforate da frustone, liberissimo di farlo.

A patto che.

A patto che non mi imponga lunghe e fantasiose vie alternative per raggiungere il posto dove devo andare, perche’ la strada principale e molte di quelle limitrofe sono bloccate per la maratona. Ovviamente, a ore diverse, a realizzare un incastro di coincidenze e di divieti che solo una luuuuunga deviazione ti permette di scavalcare.

Che e’ quello che e’ successo stamani: preso a tradimento (m’importaunasega della maratona, e nessuno mi ha avvertito delle deviazioni) son partito per arrivare a casa dei suoceri, e nei pressi dello stadio cittadino ho visto una macchina dei vigili con i lampeggianti accesi, che bloccava il traffico. Stavo gia’ inveendo mentalmente contro il calcio quando ho realizzato che la macchina bloccava l’accesso oltre lo stadio, non verso di esso. E m’e’ sovvenuto della stramaledetta maratona.

La povera vigilessa addetta al posto di blocco, da me interrogata sul come stracazzo potessi raggiungere la mia meta, ha strologato d’una strada veramente incredibile, che avrebbe piu’ che raddoppiato il tragitto. Ho deciso di fare di testa mia, e al successivo posto di blocco ho evitato di seguir le indicazioni del carabiniere di turno e mi son fidato della mia conoscenza delle zone, riuscendo a superare indenne (al netto di qualche moccolo per ulteriori blocchi sulla via) la corsa, e a raggiungere quasi in orario la mia meta.

Ora, sento gia’ qualche adepto dell’overdose da acido lattico che intona i suoi tipici lai strappacogliolacrime “Eh, cazzo, ma che ti lamenti di una cosa che ti disturba per un solo giorno l’anno?”, come se la durata del disturbo e non il disturbo in se fosse importante. Come quelli che minimizzano le stragi dicendo “si, ma dai… solo sette morti!”. O i cacciatori, che si arrogano il diritto di fare come cazzo gli pare, ma “solo per pochi mesi l’anno!”.

Insomma: per qualche migliaio di persone (ad esser generosi) s’e’ sconvolta la mattinata di un numero almeno un ordine di grandezza superiore. E protestare per questo non e’ intolleranza, ne’ mancanza di democrazia, anzi: esattamente l’opposto.

Perche’ vorrei vedere i simpatici maratoneti come reagirebbero alla giornata del lancio continuo a tradimento del raudo fistione davanti alle loro finestre . Un solo giorno l’anno, eh?

Mica vorreste negare la liberta’ di lancio dei raudi fistioni ai dodici appassionati presenti in Italia, no?

Si? Beh, allora siete davvero dei fascisti intolleranti!

 

Barney

Contare i FagiUoli in Iowa, e fare le seghe ai gatti. Sempre in Iowa…

Il titolo puo’ sembrare azzardato, ma e’ il miglior commento alla notizia del giorno: primarie repubblicane in Iowa (li’ le chiamano “caucus“, ma sembra un moccolo da seminarista e quindi io continuo a chiamarle primarie), stato in cui si vota contando i chicchi di mais (non son fagiUoli, ma poco ci manca) vinte dal candidato anti-Obama in pectore, Mr. Romney con OTTO chicchi di vantaggio su Rick Santorum. A latere, la rinuncia alla corsa presidenziale dell’unica candidata femmina degli asinelli: Michele Bachmann, che ha un nome bellissimo ma un cervello da gambero di fiume. E idee che Papa Leone XIII era un illuminato, al confronto. Volete esempi? Eccoli, in versione originale con sottotitoli in grassetto per non udenti:

  1. Dio ci stiantera’ tutti, segnatevelo! Che, vi deve fare il cazzo di disegnino??!!!: “I don’t know how much God has to do to get the attention of the politicians. We’ve had an earthquake; we’ve had a hurricane. He said, ‘Are you going to start listening to me here?’ Listen to the American people because the American people are roaring right now. They know government is on a morbid obesity diet and we’ve got to rein in the spending.
  2. Vaccini e autismo e sciechimiche e sbroc sbroc:I will tell you that I had a mother last night come up to me here in Tampa, Florida, after the debate. She told me that her little daughter took that vaccine, that injection, and she suffered from mental retardation thereafter.
  3. Picchiate col randello le vostre mogli tutte le sere, c’e’ piu’ d’un motivo… e poi lo dice Geova: “Why should I go and do something like that? But the Lord says, ‘Be submissive wives; you are to be submissive to your husbands.
  4. E ‘un dìo nulla sull’AIDS, perche’ te lo immagini da solo, no?: “I find it interesting that it was back in the 1970s that the swine flu broke out under another, then under another Democrat president, Jimmy Carter. I’m not blaming this on President Obama, I just think it’s an interesting coincidence.
  5. E le scorregge, allora? Su, via: o colorala, se ti riesce!: “Carbon dioxide is portrayed as harmful. But there isn’t even one study that can be produced that shows that carbon dioxide is a harmful gas.
  6. O seòndo te, alla Fornero dell’articolo 18 e della flessibilita’ totale chi ne l’ha detto?:If we took away the minimum wage — if conceivably it was gone — we could potentially virtually wipe out unemployment completely because we would be able to offer jobs at whatever level.
  7. I Fratelli Cervi? Mi fanno un baffo!:Before we get started, let’s all say ‘Happy Birthday’ to Elvis Presley today.” (Questa va spiegata: l’ha detto in South Carolina il 16 agosto 2011. Elvis e’ ovviamente morto da una trentina d’annetti, era nato l’8 gennaio del ’35 e mori’ il 16 agosto 1977. Cazzo, il prossimo che riceve gli auguri di buon compleanno dalla Bachmann si tocchi le palle. Pero’ faccia attenzione, che la Bachmann ha idee un po’ retrive sulla masturbazione...)

Ecco: questa qua era l’unica candidata donna alle primarie repubblicane USA.

E dio nànos! Allora, metteteci Cita, no? Ah, no, scusate: e’ stiantata la scorsa settimana…

 

Barney

Be optimistic, be darwinian!

Tutti i complottardi e gli antimainstreamers danno oramai per spacciati sia l’Italia, sia l’Euro, sia la UE, e anche il Papa pare non stia benissimo…

Le analisi di questi corvi sapienti sono piene di “ve l’avevo detto da sei anni, io!”, di “massoni! Poteri forti! Goldman Sachs! Trilateral Commission! Bilderberg!”, di “e’ colpa dell’EurodiProdi!!!!!”  e via andare di puttanate varie, di -infine- fosche previsioni che differiscono solo per la data in cui dovrebbero avverarsi.

Lo spread continua a essere compulsato piu’ della Madonna Pellegrina di Santiago del Pilar, con esattamente lo stesso effetto pratico che l’adorazione della Madonna Pellegrina di Santiago del Pilar ha sulla vita di ciascuno di noi (direi zero, cosi’ a spanne…), e i tassi dei BOT/CCT/BPT sono stabilmente sopra i sette punti, anche per quelli a due mesi.

In sintesi: le cassandre la vedono particolarmente nera, e forse tutti i torti non li hanno…

Bene: in questo quadro fosco e cupo, in cui la distinzione tra cacca e cioccolata pare banale e immediata (e no: pare proprio NON sia nutella, quella roba laggiu’…) io mi sento moderatamente ottimista.

Ottimismo1

Mi sento ottimista perche’ ho un vantaggio strategico rispetto alla stragrande maggioranza della popolazione: ho una laurea in scienze biologiche. Non l’ho mai sfruttata, la mia laurea -anche perche’, diciamoci la verita’: non e’ che serva a moltissimo esser laureati in scienze biologiche…-, ma il fatto di avere studiato l’evoluzione degli esseri viventi, la selezione naturale, l’adattamento, le relazioni tra organismi differenti… mi portano a pensare che in un rapporto tra un ospite ed un parassita lo scopo di quest’ultimo non e’ mai quello di ammazzare l’ospite. Il parassita ha tutto l’interesse a tenere in vita la fonte del suo facile sostentamento.

Ecco: noi (inteso come “le persone normali”) siamo l’ospite. I parassiti sono gli speculatori, i traders, le merchant banks, gli stronzi che si autodichiarano “l’1% della popolazione”. Loro non vogliono ucciderci: vogliono sfruttarci ancora, perche’ se noi schiantiamo, schiantano anche loro. Loro hanno bisogno di qualcuno da sfruttare.

Tutto cio’ e’ confortante per due motivi. Il primo l’ho gia’ detto: i parassiti non hanno alcun interesse a uccidere l’ospite, e quindi non v’e’ pericolo di un crollo dell’Euro, ne’ della disgregazione dell’Europa che ha le sue belle radici cristiane, ne’ vi saranno invasioni di grigi/rettiliani/omini verdi al soldo del club Bilderberg, e ci risparmieremo pure le cavallette.

Il secondo motivo e’ in realta’ per me il primo: stanti cosi’ le cose, se loro non possono fare a meno di noi, noi invece sicuramente potremmo vivere meglio senza di loro. Qualsiasi organismo tende a staccarsi dai coglioni i parassiti, a meno che essi non si trasformino in simbionti che apportano qualcosa di utile all’ospite. Se il parassita rimane  un parassita, non c’e’ alcun motivo per l’ospite di sopportarlo. Allora, capite che vivere con la prospettiva di rovinare una decina di queste piccole merdine che sfruttano il 99% del mondo, di questi inutili succhiasangue evaditasse, beh… e’ molto meglio che vivere con il terrore della crisi. No?

Darwin ha vinto contro i bigotti e i cattotalebani: puo’ vincere tranquillamente anche contro Adam Smith, Karl Marx, Colbert, Vaciago e tutti i cazzo di raider di Wall Street. Basta aver fiducia, in lui e nel lungo periodo. Fidatevi di Charles: miliardi di anni di evoluzione non possono essersi sbagliati. 

Barney

 

Un po’ di sano vetero comunismo dai miei amici di Frolix 8

Media_httpwwwwumingfo_gicfb

In realta’, il bell’articolo che si puo’ leggere cliccando sull’immagine -comunistissima- che campeggia sotto il titolo non viene da Frolix 8, ma da Bologna, e l’hanno scritto i Wu Minghi.

Tratta di cosa ci sta dietro i miracoli Amazon e Apple: ovvero lo sfruttamento di forze lavoro sottopagate e iperlavoranti. A dimostrare -ce ne fosse bisogno- che la termodinamica e’ applicabile anche all’economia: niente si crea, niente si distrugge, tutto si trasforma. In questo caso, il sudore di molti si traduce in dollari per pochi.

Da leggere anche la storia che i Wu Ming linkano nel loro pezzo, che da un’idea del perche’ Amazon puo’ fare quegli sconti li’.

Barney