Archivi tag: mamma le scimmie!

Servizi sociali: spiegare ai leghisti perche’ Salvini e’ un cialtrone

E’ un tentativo disperato, che ogni tanto mi viene in mente di fare cosi’, per sport e perche’ sono in fondo un ottimista.

Per esempio: stasera non so a che trasmissione delle sei o sette che la nuova icona del celodurismo padano presidia quotidianamente, il Nostro s’e’ lanciato in una filippica contro il Pericolo Islamico che ci ammazzera’ tutti, e passando da un classico lapalissiano “A casa nostra le tradizioni sono le nostre” a un bollitissimo “Mai piu’ moschee per soli islamici” (??!!!), a un certo punto ha deviato dal fiume di stronzate sparate a coppiole e ha fatto un inciso di questo tenore:

“Ma perche’ la NATO non toglie tutti i soldati che stanno sui confini orientali a controllare la Russia, e li manda in Siria a sterminare i terroristi dell’ISIS?”

che potrebbe anche essere un discorso condivisibile, per carita’.

Il punto e’ che Salvini dice queste cose sapendo benissimo che:

  • non e’ lui a decidere dove mandare i soldati della NATO;
  • nel caso qualcuno ce li mandi, ne morirebbero a vagonate;
  • col cazzo che se fosse al governo si prenderebbe la responsabilita’ di anche una sola di quelle morti.

Quindi, cari leghisti-fratelliditalia-neofascisti io stasera scommetto che se (ipotetica inglese del terzo tipo) Salvini mai andra’ al governo, i nostri soldati potranno dormire sonni tranquilli. Salvini e’ bravissimo a fare il finocchio col culo degli altri, soprattutto quando si tratta di farlo a parole. Anche nel suo caso la distanza tra parola e azione e’ un baratro insuperabile.

Insomma, Matteo: coi discorsi puoi vincere le elezioni ma non potrai mai governare un paese. Per fare quello servono idee e coraggio, e tu mi sa tanto che difetti di entrambi gli ingredienti.

(si, lo so: ci poteva stare “Il Gorilla”, magari nella versione originale di Brassens… Ma coi leghisti meglio i RATM)

Barney

Annunci

Non ci son discussioni: i grandissimi problemi nazionali, oggi come oggi, sono questi qua.

Su, dai… lo sapete tutti, di che sto parlando! Non ci sarebbe nemmen bisogno di rimarcarlo, non fosse che:

  • sono stanco per fare altro che scrivere,
  • oggi sono riuscito a consegnare il lavoro ben un’ora prima della deadline, e -contestualmente-
  • ho dovuto tenere a freno telefonicamente Mrs. Panofsky, incazzata come una biscia perche’ i vigili urbani avevano gentilmente portato ad un garage qua vicino la nostra auto, che io avevo parcheggiato in un luogo dove pare non si potesse [1].

Insomma, con lo spread a men di 300 punti, la disoccupazione sotto il 20%, l’inflazione che viaggia al 3,3% ma dice che e’ solo colpa del petrolio, gli stipendi italiani che rimangono piu’ alti solo di quelli bulgari ma giocando la combo con le tasse svedesi siamo nel bottino… insomma il grandissimo tema di discussione, quello che impegna alla dichiarazione virgolettata, all’esternazione meditata e alla semplificazione educativa i nostri politici e’…

IL MATRIMONIO TRA PERSONE DELLO STESSO SESSO.

Nei giorni scorsi si sono ascoltate sull’argomento cruciale e cogente le stronzate partorite da menti illustri come Domenico Scilipoti, Carlo Giovanardi, Vittorio Sgarbi, Carlo Casini (che non e’ Gianfry Casini, e non son manco parenti) e di sicuro ne dimentico qualcuno, ad esempio Rosy Bindi che ha puntualizzato la sua posizione a latere degli interventi dei suddetti maitres a penser della destra ultra cattotalebana italiana. Mancano all’appello alcuni calibri da novanta (Walter Veltroni, per dirne uno, che sta sicuramente elaborando un commento tranchant, del tipo “Bene i gay, maanche gli eterosessuali, e chi sono io per giudicare male i coprofili e i sadomasochisti in latex?”; tutti i leghisti, cui deve ancora essere spiegato bene che “omosessuale” equivale a “busone” in bolognese stretto; qualche ciellino di ritorno e molti ciellini-OpusDeireñi stanziali).

Tutto questo perche’ in un paio di giorni abbiamo avuto un pronunciamento di indirizzo del Parlamento Europeo e -proprio oggi- una sentenza della Cassazione che pone le basi per un futuro riconoscimento delle unioni omosessuali. A me paiono cose normali, che non dovrebbero nemmeno essere discusse tanto riguardano liberta’ individuali che non ledono assolutamente le liberta’ degli altri. Ma tant’e’, siamo in Italia… E allora, Scilipoti ha pensato (oddio… “pensato” e’ un overstatement) che fosse indispensabile rammentare che due uomini che si amano avranno rapporti sessuali anali, che non va bene per nulla, perche’ non si fa. Ma la stessa cosa tra un uomo e una donna, allora si, e’ ammessa (se avete tempo, ecco qua l’.mp3 de “La Zanzara” di ieri, con tutto questo e molto di piu’). Mi manca la posizione dell’illustre olista riguardo al sesso tra due donne, magari devo solo cercar meglio tra le puttanate che il viscido nano grasso (si, sono razzista. Ma il mio e’ un giudizio politico, si badi bene!) ha vomitato in questi mesi. Oppure, Carlo Casini che ci dice che l’omosessualita’ diffusa a macchia d’olio sarebbe la fine della civilta’ umana, uguale all’ecatombe nucleare (toh, non ci credete, eh? E allora ecco un altro .mp3!).

Lasciamo da parte Sgarbi, che tanto spara sempre le solite stronzate, e chiediamoci come mai c’e’ da noi questo terrore da parte di certi cattotalebani destrumani riguardo all’omosessualita’. Che poi, in realta’ si tratta di assoluto panico per l’omosessualita’ maschile, e di tremenda avversione per baci, sesso ed effusioni amorose solo tra maschi. Le donne, se proprio vogliono, son tollerate; e si esemplifica sempre, se si vuole esternare sull’argomento, sui due giovanotti che si sbaciucchiano in una qualsiasi piazza d’Italia.

Certamente vivere di fatto in una semi-teocrazia aiuta a reprimere -anzi: addirittura spinge decisamente verso-  le espressioni di liberta’ individuale quali -tra tutte- la sessualita’ di ciascuno. Il fatto che vi sia sempre, nei farneticanti discorsi di queste capre ammaestrate, l’accenno alla procreazione -impossibile nei rapporti omosessuali- e’ ulteriore argomento di riflessione: la donna (esclusa ovviamente da qualsiasi possibilita’ di carriera nella teocrazia cattotalebana) deve esser ridotta a fattrice e compagna del maschio dominante. Altro ruolo non se ne vede.

E l’uomo non puo’ certo permettersi di avere un rapporto alla pari con un suo simile, perdio! La schiava, ci vuole, per lui!

Si osservi poi l’ossessivo ricorrere alla descrizione del culo e dei suoi variegati usi (cfr. Dante Alighieri, Divina Commedia) ad aggiungere dileggio e oltraggio nei confronti degli omosessuali maschi. E’ veramente incredibile come questi maestri del pensiero liberale siano ossessionati dal sedere, quasi a testimoniare la loro impossibilita’ a superare la fase anale di freudiana memoria.

Tutto cio’, me lo si lasci dire, fa decisamente schifo.

E lo fa ancor di piu’ quando un coglione lampadato come Angelino Alfano usa l’argomento delle unioni omosessuali come spauracchio elettorale. Fa schifo al cubo sia perche’ si rivolge ad una larga fetta di coglioni come lui (il che ci dimostra come il nostro paese li attiri, i coglioni, come la calamita attrae la limatura di ferro), sia perche’ e’ un argomento che non riesco a definire se non “razzista”. Perche’ se oggi si accetta che l’unione tra due persone dello stesso sesso non sia normale, cosa ci impedisce di ritornare a vietare i matrimoni tra bianchi e neri?

Anche in questo la storia non c’ha insegnato nulla: ad Auschwitz assieme agli ebrei gasavano gli omosessuali.

Comunque, i cattotalebani da sbarco diano un’occhiata qua sotto: e’ la mappa dell’Europa in cui sono evidenziati i paesi che permettono unioni civili tra persone dello stesso sesso. L’Italia e’ nel gruppetto minuscolo dei retrogradi (Grecia, Eire e Estonia); ci piace farci riconoscere sempre…

477px-samesex_map_europe1

 

[1]: In realta’ penso che riusciro’ a vincere il ricorso a occhi chiusi, mancando qualsiasi segnalazione di divieto di sosta con rimozione coatta nella strada dove avevo legittimanente parcheggiato. E sottolineo “legittimamente”. 🙂

 

Barney

Ma le quindicimilacentododici scimmie elettriche, sognano libri di carta?

La teoria delle diecimila scimmie, dell’opera omnia di Shakespeare, e della montagna di cacca l’ho gia’ spiegata qua.

Ma oggi tocca ritirare fuori il concetto, perche’ ho trovato in giro una notizia che mi pareva una presa per i fondelli.

E invece no.

E invece, e’ tutto vero.

Se avete seguito il link qua sopra, siete sul vero sito di Amazon.it.

La stessa cosa succede pero’ su Amazon.com, e su Amazon.fr, e .de, e cosi’ via.

In pratica, c’e’ una casa editrice (overstatement di quelli grossini…) che si chiama “Books Llc, wiki series” e c’e’ uno scrittore che in italiano e’ “fonte: Wikipedia“, e in inglese sara’ “source: Wikipedia” che assieme hanno in catalogo QUINDICIMILACENTODODICI (si, avete letto bene: 15.112) libri su Amazon.it. Tutti con la copertina orrbilimente simile, tutti con titoli assurdi, tutti -semplicemente- realizzati da un robot informatico che prende voci di Wikipedia a caso, le organizza in un documento stampabile, e le mette in commercio. Anche su Amazon, forse solo su Amazon. E allora, andiamo a vedere una selezione di titoli, tutti attualmente acquistabili in brossura:

  • Cucina Ligure: Cucina Genovese, Cucina Spezzina, Formaggi Liguri, Prodotti Agroalimentari Tradizionali Della Liguria, Stoccafisso, di Fonte Wikipedia (Brossura – lug. 2011). Euro 9,52
  • Album Di Boy George: Tense Nervous Headache, Spin Dazzle–At Worst… the Best of Boy George and Culture Club, Lucky for Some, Sold, di Fonte Wikipedia (Brossura – lug. 2011). Euro 9,52
  • Tranvie in Italia: Tranvie Dismesse in Italia, Tranvie Future in Italia, Tranvie in Campania, Tranvie in Friuli-Venezia Giulia, di Fonte Wikipedia (Brossura – lug. 2011). Euro 9,78
  • Apparizioni Mariane: Apparizioni E Altre Manifestazioni Mariane, Medaglia Miracolosa, Madonna Di Fatima, Miracoli Di Lourdes, Mayo, di Fonte Wikipedia (Brossura – lug. 2011). Euro 13,46

Le differenze di prezzo sono dovute al diverso numero di pagine, ovviamente. Come commenta eschaton sul suo blog, sparare a mitraglia come fa il nostro amato scrittore “fonte: Wikipedia” non costa nulla. Il libro (oddio… Libro mi pare una parola veramente grossa per questa roba qua…) verra’ stampato fisicamente solo se un enorme coglione decide di comperare una roba come questa qua a Euro 13,82:

418onblf-cl

Ma la legge delle probabilita’ e’ tutta a vantaggio dell’editore, che basa il suo guadagno sulla quantita’ di enormi coglioni che circolano liberi per l’intero pianeta.

Cosi’ tanti che fino alla settimana scorsa avevamo Silvio Berlusconi come Presidente del Consiglio, in Italia…

 

Barney

Federaliiiismo… terroni di meeerda… Roma ladroooona… Sgrauhhhghghghhrrrr!

Media_http1bpblogspot_iefhl

Un servizio fotografico su quella puttanata sesquipedale che e’ il rito dell’ampolla del Dio Nànos (o Po, sounasegaio).

50555_30507142295_7623_n1

Nànos, il Dio protettore delle fotocopiatrici.

Le istantanee non danno piena contezza del livello -invero alto- delle intellighenzie che si sono radunate all’alpeggio della “Malga dello Scorreggione”, noto ritrovo in quota per il gruppo di alcoolisti anonimi di Vergate sul Membro.
Da sottolineare, nello scatto che vi propongo come esemplare della simpatica scampagnata a fini ludo-gastronomici-piroflatulenti [1], il piglio fiero e invero molto profondo di Renzino, vero maitre à ruttér in confronto ai vari Calderoli e Bosso “bava” Bossi. Per non parlare di Cota, che Nànos abbia alfin pieta’ di lui. L’avambraccio sinistro del giovin trota, plasmato da anni di frequentazioni masturbatorie, da’ l’idea dela fiera possanza di un popolo che fa scomparire con le sue gesta etnie d’un certo livello, come i Goblin delle Montagne, gli Hobbit e gli Uruk-hai. I Puffi no, perche’ sono blu: e’ un po’ come il giallo per le Lanterne Verdi…

[1] Lo sport del dar fuoco alle scorregge con l’accendino vede Borghezio incontrastato ed ininterrotto campione del Mondo dal 1985.

Barney

L’esercito delle dodici scimmie

No, il film di Terry Gilliam non c’entra nulla. Le scimmie -forse dodici, forse di piu’- le sguinzaglia in giro la combo Chrome-Youtube nel caso vi sia un errore interno tipo 500:

Ledodiciscimmie

Il testo da far vedere alle simpatiche bestie e’ un po’ complicato, ma a Mountain View sanno il fatto loro, e sicuramente le scimmie ammaestrate sapranno come interpretarlo.

Forse…

 

 

Barney

Il guano ha intasato il ventolatore

Media_http2bpblogspot_foali

Sono grato a Sassicaia Molotov perche’ mi esime dallo scrivere le stesse cose, che poi io non ce la farei a non dare del secchio di merda a Magdino Cristianino Allam, o a Littorio Feltri, o a Maurizio boccucciaaculodigallina Belpietro.

E Borghezio rimane il piu’ grande escremento che la politica italiana ha mai prodotto.

Barney

Le priorita’ della vita

Media_httpwwwrepubbli_jcnlg

Lega: esporre il crocifisso alla Camera. La richiesta inoltrata al presidente Fini.

“Sarebbe … un errore imperdonabile per il nostro Paese ignorare da dove deriva la sua stessa democrazia. E’ infatti innegabile che sia proprio la tradizione cristiana ad aver consegnato alla storia il moderno concetto di persona, cioè dell’individuo che in quanto tale, prima ancora di essere cittadino, è portatore di dignità e di diritti”.

Il virgolettato e’ farina del sacco di tal Maurizio Fugatti, uno dei due presentatori della richiesta a Fini.

Ora, a parte che di quello riportato tra virgolette non si capisce una sega, ma davvero per tale Maurizio Fugatti e’ indispensabile avere un crocefisso in aula? Perche’? Altrimenti non si sente ispirato mentre vota?

Qua bisognerebbe accendere la bestemmiatrice sul tiro a mitraglia, altroche’…

Barney

Oh, e’ notizia di oggi.