Archivi tag: Jojo Rabbit

“Jojo Rabbit”, T. Waititi (USA, 2019)

Va visto, punto. Assieme a “Parasite” uno dei più bei film degli ultimi tempi, ma con in più l’azzardo di trattare una materia delicata come il nazismo con un sarcasmo che “La vita è bella” se lo sogna. E con una colonna sonora fantastica.

jojorabbit

Jojo Rabbit parte con “Komm gib mir deine Hand” che accompagna, nel 1945, il protagonista -un imbranato decenne austriaco invasato del Reich- ad un campo di addestramento della Gioventù Hitleriana. E il pezzo altro non è che “I wanna hold your hand” dei Beatles cantata dai 4 di Liverpool in tedesco. Sui titoli di testa scorrono in sincrono con la musica spezzoni originali dell’epoca, con le mani che sventolano e si rizzano nel saluto al Fuhrer a tempo con i coretti dei fab four, e le gole che urlano altrettanto a tempo.

Si prosegue con lo stesso campo, e con i bimbetti impegnati in improbabili scalate con le corde, e la musica ora è “I don’t wanna grow up“, versione originale di Tom Waits.

E non vi dico null’altro del resto, se non che il finale è bellissimo e vede i due piccoli protagonisti ballare sulle note di “Helden“, che ovviamente è “Heroes” di David Bowie (la versione che sta nella colonna sonora di “Christiana F.”, insomma).

Commuove e fa ridere, “Jojo Rabbit”. E fa pensare a quanto folle sia stata quella carneficina, a quale livello di idiozia ci fosse dietro la guerra e lo sterminio degli ebrei.

Che -come scoprirà Jojo- non hanno nè corna nè coda.

Anzi, sono proprio uguali a lui.

 

Barney