Archivi tag: Gipi

Filosofia da muro #72 (hat trick: Pendolante)

Katia “Pendolante” M. colpisce ancora, spedendomi una foto a meta’ tra un graffito e una natura morta ferroviaria:

foto

E’ bella la definizione geometrica del tutto, ma la scritta e’ quella che mi ha fatto dire subito “la pubblico”. Non per il “Sav” finale, che potrebbe essere Saverio, ma per l’Ufo sopra. Inteso non come oggetto volante non identificato, bensi’ come il bassista della piu’ famosa band pisana, gli Zen Circus.

Scopro solo ora che Ufo ha anche un nome “vero”, Massimiliano. Ma davvero importa poco, il suo basso e’ elemento imprescindibile della musica degli Zen. E per tutti e’ Ufo e stop.

Un mesetto fa e’ uscito il nuovo disco degli Zen Circus, “La Terza Guerra Mondiale”, che suoneranno dal vivo a fine novembre al Cage. Se siete da queste parti, accorrete numerosi perche’ live i tre meritano sempre di essere ascoltati.

Altrimenti, godetevi (si fa per dire, visto il tema e il video) questa tremenda “Zingara (il cattivista)”. Alla fine del brano c’e’ la voce ricampionata del Colonnello Kurtz da “Apocalypse Now”.

Senno’ c’e’ sempre “Amici”…

 

 

Barney

 

Post Scriptum: l’idea di mettere i deliranti messaggi che si trovano a pacchi su Internet venne qualche anno fa anche a Gipi, che inseri’ l’ulteriore genialata di far leggere il tutto ad un sintetizzatore vocale. Il risultato e’ un capolavoro.

Annunci

Lettera a Matteo Salvini, dal futuro (di Gipi)

Eccola qua, dal Post di oggi.

hd_gipi

Aggiungo solo un po’ di musica:

Barney

Et enfin, je suis Gipi

Barney

Ortolani strikes again

Qua il post. Qua sotto la splendida “foto di gruppo”:

Immagine

Barney

Lucca Comics and Games 2013

La gioiosa invasione e’ passata anche quest’anno, lasciando uno strascico di sorrisi e di gioia beata in quelli che han partecipato. A me ha lasciato anche questi fumetti qua sotto:

ImmagineDa sinistra in alto: “Pyongyang” di Guy Delisle, “Ratolik” di Leo Ortolani, “Deficiens and Dragons” di Manu Tonini, “Unastoria” di Gipi, “La lunga notte dell’investigatore Merlo” di Leo Ortolani, “Viola Giramondo” di Stefano Turconi e Teresa Radice, “Il blu e’ un colore caldo” di Julie Maroh.

Le mostre quest’anno hanno spaziato da Hermann (il fumettista belga creatore di Jeremiah), a Guy Delisle (eccezionale cronista, i suoi libri sono cronache fedeli di paesi lontani), passando per Beatrice Alemagna (illustratrice per bambini di tutte le eta’, e gia’ a dire questo mi sembra di sminuirla), Stephan Martinière (illustratore famoso tra chi gioca a Magic the Gathering), Terry Moore (il disegnatore di Stranger in Paradise ed Echo), Giulio De Vita (Da Lazarus Ledd a Thorgal senza ritorno). Ecco alcune immagini, assolutamente insufficienti a dare l’idea della bellezza delle tavole:

Tra gli stand e le vie della citta’ si sono aggirati come sempre disegnatori piu’ o meno famosi. Alcuni di quelli famosi sono qui sotto: Vittorio Giardino, Silvia Ziche, Guy Delisle, Daniele Caluri+Emiliano Pagani+Leo Ortolani.

Poi c’e’ stato il consueto e coloratissimo delirio di gente e cose strane:

… e la definitiva consacrazione della terza costola della fiera: “Movies”, con anteprime e mostre in tutta la citta’.

Meglio farvi vedere direttamente dal canale youtube della manifestazione una clip che si riferisce al secondo giorno di fiera (gli altri li trovate sul tubo), e dare appuntamento all’anno prossimo a tutti gli appassionati e ai semplici curiosi:

Barney

“Unastoria”, Gipi, Coconino Press 2013

“Unastoria” sono due storie parallele su registri temporali diversi: quella di Silvano Landi (alter ego dell’Autore) che si trova a cinquant’anni a non riuscire piu’ a capire il mondo e quindi vicino alla pazzia, e quella del suo bisnonno, fante di trincea nella tremenda Prima Guerra Mondiale che esorcizza la paura della morte scrivendo struggenti lettere d’amore alla moglie rimasta a casa. Il libro e’ splendido sia nella parte disegnata (che alterna i disegni “brutti” a tavole ad acquerello spettacolari per luce e nitidezza) che -forse soprattutto- in quella scritta.

Qua sotto vedete Gipi all’opera su una delle tavole di “Unastoria”:

Se avete una mezz’oretta di tempo, e’ imperdibile anche l’intervista-presentazione di “Unastoria” che Gipi ha fatto a Lucca Comics and Games 2013 lo scorso venerdi’. La si trova qui, divisa in varie clip da pochi minuti l’una: ognuna val la pene d’essere ascoltata; il libro invece merita l’acquisto, e innumerevoli letture.

 

Image

 

Barney

Fumetti (e non solo…)

“… Ci sono artisti, come Gipi, che hanno una statura intellettuale che certi scrittori dovrebbero invidiare”

(Zerocalcare, intervista rilasciata al Venerdi’ di Repubblica del 18 ottobre 2013, pagina 108)

Questo qua e’ il video che Gipi ha girato per “La cena”, dei Massimo Volume. Che suoneranno a Livorno al the Cage il 2 novembre, mentre Gipi sara’ a Lucca a presentare il suo nuovo libro che  e’ un capolavoro, fidatevi.

Un acquerello “di riscaldamento” di Gipi. Campagna pisana, 2013.

Si preannuncia un novembre interessante…

 

Barney