Archivi tag: Elio e le Storie Tese

Filosofia da muro #78 (temporary art)

E’ filosofia da muro caduca quella in cui mi sono imbattuto qualche giorno fa.

Coglie l’attimo che probabilmente s’e’ ripetuto piu’ volte, e lo sigilla in questo foglio A4 attaccato con lo scotch al muro di mattoni d’una chiesetta :

img_20161126_182942

Faccio notare la foggia alquanto elaborata delle “f”, l’uso tipicamente toscano del “no” al posto del “non”, e la reiterazione suina che chiosa il tutto a mo’ di collegamento col povero cane che altri posti dove fare la sua cacca evidentemente non ne vede per colpa del padrone maleducato.

Lo stesso concetto, allargato a metodi tradizionali per risolvere eventuali conseguenze spiacevoli derivanti dalle deiezioni indesiderate, lo cantano gia’ da anni Elio e le Storie Tese.

 

 

Barney

Still life with brown shoe

Da solo, al termine del binario, giaceva stasera questo mocassino:

stillshoe

Che non ha nulla a che fare con la scarpa nera di gennaio, anche perche’ questa m’e’ parsa in ottime condizioni.

Non ho avuto il tempo di verificare se la sinistra fosse nei paraggi, vediamo se resiste al fine settimana…

E in tema di scarpe -da donna- non c’e’ niente di meglio che gli Elii:

 

Barney

 

Scusate, tocca di nuovo ai vaccini…

No, perche’ stasera m’e’ cascato davvero per caso l’occhio su SuperQuark (cosi’ ho scoperto che esiste ancora, e che Piero Angela sta messo malino…), mentre si parlava di quello. E si ribadiva che i vaccini sono tra i farmaci piu’ sicuri che esistono in giro.

Il medico intervistato snocciolava dati, e per far capire il rapporto costi-benefici tra vaccinarsi e non vaccinarsi ricordava come il morbillo (che gli antivaccinisti sbertucciano come una malattia ridicola, da bimbi) porti statisticamente ad encefaliti gravi in un caso su un migliaio, e alla morte in un caso su diecimila. Di contro, la letteratura -sterminata- dei fantomatici danni causati dal vaccino antimorbillo riporta un caso di encefalite ogni milione. Il rapporto e’ a favore del vaccino, come ogni essere piu’ senziente di un macaco puo’ comprendere. Per adeguarsi al livello scientifico dell’audience, il giornalista ha osato la seguente metafora: “un po’ come le cinture di sicurezza in auto. Magari in un caso su un milione ti fanno piu’ male che bene, ma quanti morti evitano ogni anno?“.

L’antivaccinista (e l’anticinturista) convinto, quello kontro la kasta di $Big$Pharma, vi rinfaccera’ quel caso su un milione, citandolo come unico da eliminare. La malattia (o gli incidenti automobilistici) nella sua statistica da macaco non entra. Il morbillo non esiste, ovviamente, e se esiste e’ una roba da ragazzini, ribadiamolo.

E’ utile ri-scrivere per la millesima volta che l’antivaccinista tipo e’ uno che capisce di biologia e di medicina quanto io capisco di meteorologia.

Un cazzo, insomma.

Con la differenza che io non pretendo di essere un infallibile predittore del prossimo ciclone, lui invece e’ certo d’avere piu’ conoscenze di genetica e biochimica di qualsiasi altro essere vivente su questo pianeta.

Ritiro fuori i vaccini anche perche’ i gombloddistih seriali, quelli col cervello cosi’ aperto che se si chinano gli cade in terra, si stanno passando questa notizia qua, che e’ poi per loro la combo definitiva: vaccini e sciechimiche, con le seconde usate per diffondere all’insaputa della gGente i primi. E per fare anche tris il colpevole era una azienda merregana, ovviamente di $Big$Pharma (poker, quindi!).

Questi tuttologi de stocazzo la ripestano senza accorgersi che quel che hanno pestat linkato non e’ cioccolato. La notizia vera era infatti questa qua.

Il gombloddistah esperto, incapace di leggere oltre la terza riga di un qualsiasi articolo, si ferma in questo caso alla seconda e mezzo:

An application has been made under the Gene Technology Act 2000 (the Act) for Dealings involving the Intentional Release (DIR) of genetically modified organisms (GMOs) into the Australian environment.

Seleziona “environment”, che pure lui sa che significa “ambiente”, e da li’ e solo da li’ costruisce questa versione dei fatti:

Australia have approved the license application from Big Pharma company PaxVax that will allow them to intentionally release a GMO vaccine consisting of live bacteria into Queensland, via chemtrails. 

 The Office of the Gene Technology Regulator (OGTR) says that the vaccine qualifies as a limited and controlled release under section 50A of the Gene Technology Act 2000.

PaxVax is seeking approval to conduct the clinical trial of a genetically modified live bacterial vaccine against cholera.

Once underway the trial is expected to be completed within one year, with trial sites selected from local government areas (LGAs) in Queensland, South Australia, Victoria and Western Australia. PaxVax has proposed a number of control measures they say will restrict the spread and persistence of the GM vaccine and its introduced genetic material, however there is always a possiblity of these restrictions failing and infecting wildlife and ecosystems.

 Aerial vaccines have used in the United States directed towards animals by the use of plastic packets dropped by planes or helicopters.Sanofi (who is one of the largest vaccine manufacturers in the world) has subsidiary companies such as Merial Limited who manufacture Raboral, an oral live-virus poisonous to humans yet distributed wildlife in the masses.

Si noti che l’ultimo paragrafo non c’entra un cazzo col resto, e che il titolo non c’entra una minchia con nulla di quel che segue. Inoltre, non contento del poker, Mr. gombloddoh inserisce un’altra fondamentale informazione: il vaccino e’ OGM!111!Uno!!11

Per il gombloddistah dalla mente aperta il caso e’ quindi chiuso: una multinazionale americana vuole vaccinare a caso la gGente dell’Australia spruzzando un vaccino OGM con le scie chimiche.

Avessi piu’ pelo sullo stomaco, sarei ricco alle spalle di questa immensa tribu’ di coglioni, ve l’assicuro. Anche solo a vendere “ricerche scientifiche fatte da ricercatori indipendenti” son convinto si camperebbe alla stragrande. Lo dice anche mio cugGino.

 

 

 

Barney

Filosofia da muro #47-48: la combo-shit (hat trick parziale ad Eliana)

Due scritte che secondo me devono andare assieme. La prima e’ di Eliana, la parte sana della coppia ligure-toscana emigrata ad Augsburg.

E’ una dedica in bella calligrafia e in parole chiare e decise con addirittura fregio finale su un muro di Sarzana:

ommemmerda

Tutto molto bello, anche quegli stencil lupeschi mannareschi che incorniciano la scritta, pur essendo probabilmente di origine teppista-calcistica o -peggio..- coglion-fascista.

Ma sappiamo che Andre’ e’ un uomo di merda, e tanto ci basta per passare alla seconda scritta, fotografata da me medesimo nel centro storico di Lucca:

poepleareshit

Qua la scritta e la calligrafia da frettoloso bombolettatore notturno non rendono giustizia al tocco artistico finale, che raffigura stilizzato il concetto espresso in parole poco lontano.

Si va sulle grandi categorie, qua. Andre’ e’ un uomo di merda? Ma figuriamoci! Tutta la gente e’ merda!

E come faccio a non chiudere il pezzo con Sphalman?

 

Barney

 

(Post telefonato…) Abate cruento

Tra le news di oggi risalta quella che riporta i comportamenti -come dire?- spendaccioni dell’ex-Abate di Montecassino, Pietro Vittorelli.

Uno che (per dirla con il Maestro Federico Maria Sardelli) non si faceva certo mancare camauri d’ermellino Estone, ne’ anelli d’oro a cassettate, e come si fa a non rilinkare lo splendido “Otto per Mille” dei Paguri, quando si cita il Sardelli (se non l’avete mai visto, guardatevelo)?

Uno che spendeva 34.000 (sisi, trentaquattromila) Euro al mese con la carta di credito tra boutiques di Ralph Laurent, cenette eleganti (magari con dopocena altrettanto elegante…), vacanze, viaggi, case comperate all’insaputa del fratello e via andare.

Tutti soldi donati dai coglion fedeli al Monastero, perche’ fossero usati per opere di carita’ (carita’ del cazzo dell’Abate si potrebbe aggiungere, se io e l’omino del mio cervello fossimo maliziosi), un po’ come l’otto per mille di cui sopra (non l’avete ancora guardato? E che state ad aspettare?).

Pietro Vittorelli, uno che (per non farsi mancare nulla) presenziava alle convention di Forza Italia -ma va’?- e che addirittura si dice volesse “scendere in campo“. Côté Partito Popolare Europeo, ça va sans dire, ovviamente.

L’abate Vittorelli. Che non poteva non farmi venire in mente l’Abate Cruento degli Elii, un pezzo notevole sia come testo (folle ma con una sua ragione), sia come musica, tratto da un disco eccellente.

Serve per alzare il livello del post, e il ritornello (se cosi’ si puo’ chiamare) non e’ a tema, e’ piu’ che a tema:

Abate cruento esaminatore,
personaggio discutibile di un brutto sogno.
Quanti grattacapi che non merito ora.
Quanti milioni di miliardi di problemi in un sogno.

La parte parlata finale serviva in Cicciput a legare i vari pezzi tra di loro, ed e’ notevole anch’esso. Il disco si chiude con “Pagàno Karaoke” non so se rendo…

Barney

Still life with pizza

Ecco qua, fresca di stamattina:

IMAGE00265Il trancio rinsecchito, proveniente quasi di sicuro dal vicino “Spizzico”, fa bella mostra di se accanto a un tappo di plastica.

Triste fine per la margherita, probabilmente la qualita’ complessiva non ha soddisfatto l’anonimo sporcatore di italici binari.

La colonna sonora e’ obbligatoria, versione mazurka:

Barney

Come va l’Italia?

Di merda.

E il governo di Babbeo Renzi incide direi nulla, a parte i selfie e le sboronate da fiorentino buhaiolo che Babbeo e’ bravissimo a fare in diretta tv.

Oh, io sono stato anche buono nel giudizio. Leggete qua, e godete: siamo penultimi, prima del Venezuela, come efficienza della politica. Su CENTOQUARANTAQUATTRO paesi.

Shish, shash, maremma buhaiola e altre stronzate servono per i grulli. Il resto del mondo ci ride dietro…

Barney

La verita’ rivelata e la nanotermite

Come ogni 11 settembre, dal 2002 in poi, la commemorazione dell’attentato al WTC va di pari passo con il fiorire stagionale delle teorie dei complottardi, secondo i quali e’ oramai certo oltre ogni ragionevole dubbio che:

  • I due grattacieli sono crollati perche’ erano stati minati in precedenza;
  • per minare i grattacieli s’e’ usata la nano-termite;
  • lo dice il prestigiosissimo luminare Mr. Burns, che scrive sul giornale peer reviewed “Journal of Stochastic Analisys of Bangladesh Physics Archives”
  • infatti nelle macerie si sono trovate tracce di bario e alluminio;
  • sono stati gli americani, per avere un pretesto per poter poi scatenare la guerra contro gli arabi;
  • gli americani hanno avvertito la sera prima gli ebrei, infatti nessun ebreo e’ morto l’11/9;
  • gli aerei che si sono schiantati sulle due torri erano radiocomandati, e non c’era nessuno a bordo;
  • Gli aerei avevano dei pod sotto la fusoliera, che servivano per comandarli;
  • anzi, forse erano missili truccati da aereo;
  • altro a piacere/ad libitum.

Ora, se avete mai provato a parlare con un complottista (sia esso genuinamente convinto delle sue idee, oppure uno stronzo in malafede che cerca di far soldi sfruttando la propensione delle persone a credere alla verita’ alternativa) vi sarete accorti che il dialogo segue sempre uno schema preciso e ripetitivo:

  • Affermazione apodittica del complottista, supportata da filmati internet o dalla versione  del guru di turno (Rosario Marciano’, Giulietto Chiesa, Thierry Meyssan, il cane Cirpo…) che e’ vera per definizione, un po’ come la parola di dio.
  • Vostra controaffermazione basata su dati di fatto, considerazioni logiche di base, articoli scientifici, matematica da terza elementare.
  • CASO A: il complottista se ne sbatte di quel che gli avete detto, non vi aha scoltato nemmeno, e ripete lo step precedente senza cambiare una virgola per tutto il tempo necessario a farvi alzare bandiera bianca per sfinimento.
  • CASO B: il complottista cambia repentinamente argomento, e afferma una nuova verita’ apodittica, che non c’entra un cazzo con la prima, e che pero’ e’ ancora stata supportata dal guru di riferimento (i soliti, piu’ il cane Lassie).

Il Caso B rientra nella famosa categoria della Teoria della Montagna di Merda, l’unica cosa buona prodotta da Uriel, che dice piu’ o meno questo:

“cento milioni di scimmie che battano tasti a casaccio su cento milioni di macchine da scrivere per cento milioni di anni probabilmente scriveranno l’opera magna della letteratura di ogni tempo e luogo.
Il problema è che produrranno anche una cataclismica, spaventosa, leviatanica , galattica MONTAGNA DI MERDA

(Copyright e Trademark Uriel Fanelli)

Ma torniamo a noi, e al motivo per cui sto scrivendo questa roba. Ieri l’altro mi sono imbattuto in questo articolo su Facebook, segnalato da un mio amico. Il contenuto e’ questa roba qua, il grassetto nelle parti interessanti e’ chiaramente mio:

ADESSO E’ UFFICIALE!!!

Tracce di esplosivi di nano-termite sono stati individuati tra i detriti delle Twin Towers del World Trade Center di New York. Sì, proprio le Torri, quelle Torri che l’opinione pubblica americana e non è stata indotta a credere siano state abbattute dal più terribile e spettacolare attentato terroristico della storia. Analizzando numerosi detriti raccolti subito dopo il crollo, il Dr. Steven Jones, professore di Fisica della Brigham Young University, coadiuvato da un team internazionale composto da nove scienziati, ha individuato chiaramente residui di esplosivo nano-termite, generalmente usato per scopi militari e per le demolizioni controllate degli edifici. Dopo un rigoroso processo di peer-review, la notizia della scoperta e la relativa documentazione sono state pubblicate sulla prestigiosa rivista scientifica Bentham Chemical Phisics Journal, una delle testate più accreditate e rispettate negli U.S.A. In sintesi, come già dimostravano (per chi aveva gli occhi attenti per capirlo) alcuni filmati girati durante il crollo, è possibile adesso affermare ufficialmente che a determinare il crollo delle Twin Towers non sono stati gli aerei che le hanno colpite, ma tutta una serie di cariche di esplosivo piazzate con estrema perizia e maestria in numerosi punti dei due edifici.

Non ditemi che c’e gente che crede ancora che la causa è stata il dirottamento. Anche i bambini di 10 anni lo sanno, che è stata l’ennesima menzogna mondiale. Serviva una scusa per dichiarare la guerra ,e costi quel che costi l’hanno trovata.

Le vaccate in questo pezzo sono cosi’ tante che sicuramente me ne scordero’ qualcuna.

  1. intanto, questo troiaio qua e’ vecchio di tre anni.
  2. poi, la “notizia” e’ stata pubblicata (quest’anno) un sito in lingua italiana che pero’ -vedi te i casi della vita?- e’ iraniano.
  3. Il famoso Dr. Steven Jones, un ex-fisico della Brigham Young  University, non era cosi’ famoso prima che se ne uscisse con le sue teorie sulla demolizione controllata. Se non per le sue teorie sulla fusione muonica, che poco o nulla ha a che fare con esplosivi e demolizioni.
  4. i residui di “nano-termite” (qualsiasi cosa sia questa roba qua) si trovano in qualsiasi casa. Pero’ siccome i guru di riferimento (Marciano’, Chiesa, Meyssan, il cane Rintintin) sostengono che l’alluminio, il molibdeno e il titanio sono presenti in natura solo quando s’e’ usata la nano-termite, i complottisti non cederanno d’un passo su questo punto: c’e’ l’alluminio? E’ stata usata la nano-termite. Amen.
  5. La prestigiosissima rivista che pubblica solo dopo un accurato processo di Peer Review e’ un giornale cinese, che pubblica il lavoro del porco a patto che il porco paghi. Incidentalmente, tale prestigiosissima rivista e’ uscita in ben quattro numeri dal 2010 ad oggi, e il suo impact factor e’ zero. Ma -come avrete gia’ capito…- la capretta Nuvola -quella di Heidi- ci dice che e’ un giornale serio, e chi siamo noi per contrastare le parole di un Marciano’ o di una Nuvola qualsiasi, eh?

Comunque, ho commentato la “notizia” sulla bacheca del mio amico sostenendo l’illogicita’ della teoria del complotto, solo per ricevere commenti di questo tipo:

“Giudeo”

“Che l’attentato sia stato progettato da Bush e’ lampante”

“Fatti una ricerchina”

“Io a NYC ci ho abitato, ho parlato con la gente, vai a chiedere cosa sentivano settimane prima nel sottosuolo…”

“non raccontare cazzate da giudeo sionista”

“molti americani la pensano come me”.

Sorvolo sul resto, pero’ l’ultima affermazione mi interessa perche’ mi permette di fare una affermazione forte e del tutto antidemocratica: non tutte le idee hanno lo stesso peso, ne’ la stessa dignita’.

Per continuare con la presa per il culo che ho utilizzato sopra, per me una cosa detta da Giulietto Chiesa su come crolla un palazzo NON HA la stessa valenza del giudizio di un ingegnere sullo stesso argomento. Pero’ la gGente si sente piu’ propensa a credere a Giulietto Chiesa (o al cane Sansone) piuttosto che al pallosissimo tecnico che spiega i principi dello snervamento a fatica di una trave di acciaio sottoposta al calore generato da cherosene che brucia in un ambiente chiuso. Molto meglio mandarla in vacca subito, e affermare che sono stati gli stronzi sionisti americani con delle bombe alla nano-termite: la gente non capisce un cazzo lo stesso, ma fa piu’ radical chic, e’ trendy. No?

Questo concetto e’ spiegato molto bene su questo articolo qua, che parla di global warming (quindi sembra non entrarci nulla con l’11/9), e massimamente in questa splendida figura:

cchange

Le due “torte” potrebbero rappresentare la percentuale di persone che crede alla verita’ ufficiale sull’11/9, a sinistra tra i tecnici, a destra tra gli elettori del M5* le persone “normali” gli amici di mio cugGino.

 

 

Barney

MozZzilla, i bimbi abBruciati, le canNne. E due fettine di culo no?

Ho gia’ raccontato -che per motivi a me ignoti- sono capitato tra le fauci di CitizenGO, il petizionificio famoso per mischiare culo (a camionate) e quaranta ore (di piu’!).

Le mail che mi arrivano a ondate quotidiane sono sempre un’ottima finestra sulla coglionaggine catto-fascio-talebana cui fanno schifo gli omosessuali e il sesso in generale (che tanto, diciamolo chiaramente: quello e’ il target!), e ogni tanto ci si imbatte in chicche eccellenti. Ve ne presento un paio come mi sono arrivate:

ImmagineQua, a parte l’errore ripetuto di chiamare Mozilla “MozZilla”, si sottolinea come Eich e’ stato allontanato da Mozilla per avere finanziato, anni fa e con mille dollari -una miseria…- una campagna per la famiglia tradizionale. Eich NON E’ omofobo, ma e’ stato deciso il suo allontanamento dopo che gli attivisti GLBT hanno cominciato a fare casino. CitizenGO alza il polverone in nome della liberta’ di pensiero e di parola; mi immagino faccia lo stesso in Polonia a favore della liberta’ di parola e di pensiero degli omosessuali nel paese di Papa GPII.

Dite di no, eh? Mhhh… Penso di no pure io…

 

Il secondo e’ Grand Guignol di classe. Non commento, lascio tutto allo screenshot:

ImmagineTra Matrix, la raccolta differenziata nel cassonetto e gli incentivi sul fotovoltaico, CitizenGO si muove con la levita’ d’un elefante in un negozio di porcellane.

Ma cosa non si fa per tirare su l’ennesima petizione antiaborto…

E le canne? Beh, quelle ve le leggete da soli, eh?

 

Colonna sonora da Simone Lenzi e compagnia. Anche io e’ un po’ che non li ascolto…

 

 

 

Barney