Sei pezzi facili

Invece che commentare la follia delle scarpe Lidl, o la tinta per capelli che -impietosa- cola dalla capigliatura di un Rudolph Giuliani che si arrampica sugli specchi senza ventose per cercare di dare sostanza alle balle sui brogli elettorali, o parlare di zone gialle-arancione-rosse… metto qua sotto a caso sei brani più meno ascoltabili da tutti coloro che hanno orecchie sulle quali appendere la mascherina. Me compreso.

I Dry Cleaning sono di Londra, questo pezzo e’ fresco di ieri
Questa la metto perche’ la foto qua sopra e’ una citazione di una delle più belle copertine del rock (The kids are alright, dei Who)
Florence and the Machine bilanciano i Foo Fighters
Beh, Steven Wilson va sempre bene.
Si, lo so: s’era detto di NON parlare di Trump…
Perchè in fondo è tutto solo un bel giro di giostra

Barney

2 pensieri su “Sei pezzi facili

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.