Filosofia da muro #158, #159, #160 (hat trick: Ammennicoli di pensiero)

Ecco qua un bel trittico “da cantiere”, inviatomi da Ammennicoli di pensiero dal profondo nord in semi lockdown:

Si nota in tutte un senso di incompiutezza, ben definito dall'”Avete fatto” (cosa? o e’ solo una domanda a chi ha montato il ponteggio) nell’ultima foto, e nella scritta grande della prima foto “Come tutte le tue frasi”, però pure il “Potrei” della foto di mezzo che altra mano ha trasfromato in “Potremmo”, per poi chiosare “ma son contento” lascia aperte domande su domande (chi poteva cosa, all’inizio? Quello che ha trasformato la frase voleva includere anche il primo graffittaro, nel “potremmo”? Perchè è comunque contento?).

La perla però è nascosta nella frase scritta a penna accanto allo stencil femminista la’ in cima:

Virus

La fine

del

regno

di

Satana

Che veramente mi perplime (o mi perplette, a scelta vostra): io avrei pensato più ad un inizio che ad una fine…

Lascio la parola e il dubbio a Mark Lanegan e alla sua band, che di questi tempi è una certezza.

2 pensieri su “Filosofia da muro #158, #159, #160 (hat trick: Ammennicoli di pensiero)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.