Minicronaca casuale dell’ultima settimana

Succedono cose interessanti e varie, sul palcoscenico del mondo.

Abbiamo un Presidente americano che sta iniziando a credere nel virus e nei sondaggi  (il che è un gran passo avanti rispetto a credere in Babbo Natale e ai gargarismi con la candeggina), che lo danno ben al di sotto di un Joe Biden sul quale non avrei scommesso neanche mi avessero regalato il biglietto, e siccome non vede all’orizzonte altro modo per risalire allora comincia ad avvelenare i pozzi e pone le basi per l’ingovernabilità del paese (con buona pace di chi ancora pensa che a Trump interessi, il paese…): il voto di novembre sarà sicuramente fallato ci dice, massimamente se lui dovesse perdere, per cui forse sarebbe meglio NON votare. Cosa mai successa nella storia USA, ma mi pare che il personaggio sia -come dire?- al di là della storia. E anche della fantascienza, a meno di non mettere nel mucchio anche “Idiocracy“…

Da noi, visto che un Presidente del Consiglio poco più che mediocre sta riuscendo a stare a galla (giusto per far capire di che livello è l’opposizione…), e a costo di enormi sacrifici -a volte assurdi- imposti alla popolazione ha contenuto per il momento il COVID-19, i sovranisti non han trovato di meglio che riprendere i vecchi ritornelli, in cui i negr gli immigrati sono la colpa di tutti i mali, inclusa l’epidemia che però è inventata nei giorni dispari, mentre in quelli pari ci si può scagliare urlando come assatanati contro la mascherina liberticida. Ma non contro i camici, soprattutto se son venduti da parenti. Il risultato al momento è che Fratelli d’Italia ruba gli elettori alla Lega, e Berlusconi li ruba al PD e forse a Italia Viva, parlandone come se davvero la creatura di Renzi continuasse a respirare.

Per cercare di dare fiato a un Salvini spompato, qualche giorno fa i senatori hanno ben pensato di votare a favore dell’autorizzazione a procedere per le note vicende di navi ONG non fatte attraccare, un annetto fa (tra l’altro quando Presidente del Consiglio era lo stesso Giuseppe Conte di oggi…). Il tenero Matteo non ha perso tempo nel dipingersi come novello Cristo mandato sulla croce per mondare i peccati degli uomini, ma la cosa fantastica è che l’house organ della Lega (il Tg2) è riuscito a dare la notizia che il Senato aveva votato contro l’autorizzazione, per poi rettificare “parzialmente” (parzialmente??) lo scoop a fine tg.

Per cambiare leggermente bersaglio, oggi leggo che uno studio americano certifica l’ovvio: chi si documenta primariamente sui social media è in buona sostanza un ignorante sesquipedale in quasi tutti i campi.

L’unica eccezione sono -ma va?- le fake news, ambito in cui i soggetti in questione non hanno rivali.

E tutto torna.

 

 

Barney

8 pensieri su “Minicronaca casuale dell’ultima settimana

    1. CimPy

      I TG non sono proprio un esempio di fonte altamente affidabile, salvo ti comunichino le decisioni di chi sta più su o fatti di cronaca. Però pure sui secondi, solo a tratti e quasi mai per intero…

      Ma il punto è: di scienza (quella vera) in Facebook o Twitter in qualche misura ce n’è. Sotto una montagna di letame, però. Quindi, o sai già come distinguere e verificare, o è più probabile che tu ne finisca sommerso, specie se la tua preparazione nel settore specifico è ancora in formazione

      "Mi piace"

      Rispondi
      1. CimPy

        Veramente, esisterebbero pure duvulgatori scientifici, non è che l’alernativa sia solo tra un tg e facebook.
        Pare inoltre che frequentare o aver frequentato una università aiuti. Certo, poi dipende anche da quale

        "Mi piace"

      2. gaberricci

        Ma il mio commento si riferiva solo ad una questione di “causa-effetto”: intendevo che non è che uno ha un basso livello culturale perché si “informa” su Facebook ma, viceversa, che si informa su Facebook perché ha un basso livello culturale. Cosa di cui, per altro, non è detto che abbia la colpa.

        "Mi piace"

      3. CimPy

        Può darsi ma non so se “la colpa” è dei TG (che senz’altro potrebbero fare meglio) o dell’ignavia generale verso l’istruzione. Cioè, non è che, se vuoi, non trovi le informazioni scientifiche, è che cercarle costa fatica.

        Poi sul fatto che la TV in generale sia una cattiva maestra, credo nessuno abbia da obiettare.

        "Mi piace"

      4. gaberricci

        Ma il problema non è non volerle cercare, è non saperle riconoscere/leggere. E se chi dovrebbe portartele ha quell’odioso atteggiamento di “stai zitto e ascolta, scemo”, non ci dobbiamo stupire che le persone preferiscano i rassicuranti complottisti.

        Per altro, se la “scienza” fa poi le figure che ha fatto in tempo di Covid…

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.