Filosofia da muro #99 (hat trick: mia sorella)

I pochi che mi conoscono sanno che per me lo sport e’ prima di tutto basket, poi viene il resto. Il calcio e’ un po’ prima del curling, a pari merito col bob a 4 (che non ho mai capito cosa abbia a che fare con lo sport, tanto che pure il Principe Alberto di Monaco da giovane vecchio faceva il bobbista. Ergo, tutti possono fare i bobbisti, ad avere il papa’ che ti da i soldi per mettere su una federazione di bob in un posto dove credo nevichi ogni anno bisestile).

Non c’e’ da stupirsi quindi se appena ricevuta la foto da mia sorella in vacanza a Maiorca ho subito messo in cantiere la pubblicazione. Eccovela:

futbol

Che e’ il futbol moderno?

Per me soprattutto quello dei milioni di Euro per giocatori che alle interviste denotano carenze grammaticali che lèvati. Ora, tutti diranno “Si, ma che cazzo te ne frega? Quelli devono tirare calci alla palla, mica discettare sulla bonta’ dell’uninominale secco rispetto ad un proporzionale puro!”

Che in linea di principio ci sta anche. Poi ti viene in mente Federer che parla 5 lingue e allora qualche dubbio ti viene.

Una volta c’erano personaggi come George Best, che s’e’ sfatto di donne e di alcool, oppure -dal lato opposto- icone della temperanza come Dino Zoff. Nessuno dei due avrebbe credo mai accettato una statua da vivo, come un Cristiano Ronaldo qualsiasi.

Eh, bei miei tempi…

La colonna sonora? Non c’entra molto, ma tra questa e Seven Nation Army scelgo questa

 

Barney

 

 

Annunci

8 pensieri su “Filosofia da muro #99 (hat trick: mia sorella)

  1. ammennicolidipensiero

    Mi ricorda un passaggio teatrale di Bergonzoni in cui il messaggio era (rivolto a un generico calciatore): “mi hai rotto i coglioni. la tua ignoranza sta offendendo me, fai del male a me. Stai zitto e non mi rompere più i coglioni” (era un intervento a una festa democratica – ex dell’unità – in cui insultava pure i nuotatori e le loro storie d’ammmòre, con i genitori di Filippo Magnini in prima fila. Immenso)

    Mi piace

    Rispondi
    1. blogdibarbara

      Lo sentivo alla radio, Bergonzoni: immenso è la parola giusta (mi ricordo una descrizione: “Fatto a forma di seno di farfalla; cioè: non molto puntuto”). Adesso mi hai fatto venire nostalgia e sono andata a strafarmi un po’ su youtube. Direi che questo ci sta abbastanza bene

      Liked by 2 people

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...