Tre accordi

E’ che l’ho risentita ieri, e in tempi di post-Festival non posso non farla riascoltare.

Tre accordi, appunto. Sotto, la storia di un ragazzo disperato che vive in una sporca stanza col padre che lo picchia perche’ s’e’ stancato di chiedere l’elemosina.

E’ New York, ma non Wall Street.

E’ il Dirty Boulevard di Lou Reed dove Pedro, alla fine, trovato un libro nella spazzatura, spera di poter sparire se conta fino a tre.

Vola via solo perche’ legge.

Quando finira’ il sogno, trovera’ il solito sporco viale di sempre, con i soliti tre accordi e il padre che lo mena.

 

Barney

2 pensieri su “Tre accordi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.