Filosofia da muro #79 (Christmas edition, hat trick: neurino)

Ovvero: l’evoluzione stagionale delle scritte sui muri.

Fuori tempo massimo vado quindi ad introdurre lo scatto gentilmente fornitomi da neurino, milanese trasferito a Brema. Non prima di dirvi che potete riconoscere lo scatto qua sotto anche in questa puntata precedente, pero’ senza addobbi di Natale:

jazzchristmas

E come nell’altra puntata invece che jazz mettiamo Amanda Palmer in uno dei suoi progetti migliori: Evelyn Evelyn. E’ la storia -inventata- di due gemelle siamesi che cantano e suonano usando sullo stesso piano ciascuna il braccio che ha. La seconda gemella in realta’ e’ un uomo, Jason Webley. Metto il brano con le parole perche’ cosi’ si segue meglio il dialogo tra i due.

Tra l’altro -e cosi’ il cerchio si chiude- questo duo fu citato all’epoca della prima foto in risposta al mio video di Amanda, quindi direi che meglio di cosi’ non si puo’ fare come ricorsivita’.

 

Barney

 

2 pensieri su “Filosofia da muro #79 (Christmas edition, hat trick: neurino)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.