Filosofia da muro #76

Tenerezza e grezzitudine per questa scritta che testimonia il tentativo di integrazione di due (o piu’) ragazzi sicuramente non italiani. Integrazione che passa anche dal dichiarare sui muri il proprio amore:

img_20161212_001817

Due mani (almeno) vergano con tre diversi strumenti di differenti colori la scritta. Che inizia bene, con un “ti amo“svolazzante.

Subito sotto una frase che puo’ essere letta in un paio di modi. Il primo e’ che sia scritta come la scriverebbe Yoda, e quindi “vita mia 6” diventerebbe “sei la mia vita”.

Ma se leghiamo questa frase a quella che viene dopo (e che da un senso al tutto), allora quel “6” potrebbe essere un “sei il mio brutto anatroccolo”.

Peccato che sia uscito fuori “mio Bruto Anatrocco“, che potrebbe anche essere un complimento (scritto da una lei ad un lui particolarmente focoso), ma molto probabilmente e’ un paio di errori in due parole.

Restano le firme: due persone di sicuro, ma sotto ci sono altre due scritte e allora chissa’? Potrebbe essere una comune, un threesome, una squadra di bridge…

La musica e’ per il Bruto Anatrocco:

 

Barney

Annunci

6 pensieri su “Filosofia da muro #76

  1. Gintoki

    Sotto c’è: Cuore Seza Litigi, cioè il cuore non se lo litigano, fanno un po’ per uno. Oppure, visto che ogni essere umano un cuore ce l’ha (pare), non hanno bisogno di litigare perché ognuno ha il suo.
    Oppure non hanno problemi cardiaci, chissà.

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...