Filosofia da muro #75 (hat trick: Alessandro V.)

Il collega A.V. mi spedisce oggi questo reperto filosofico, credo da Genova (mi affido alla lettura degli aggiornamenti di Facebook che usiamo tutti. Facilitano il compito a me e ai ladri che sanno che non siete in casa):

tofu

La scritta e’ bella perche’ uno (beh, io almeno …) si puo’ chiedere se sulla “e” manca l’accento per fretta o dimanticanza. Questo cambierebbe completamente il senso del tutto.

Senza, cosi’ come ci appare qua sopra, pare uno slogan di un gruppo di attivisti vegani pronti a passare il limite della protesta pacifica, ed imbracciare la doppietta caricata a soia.

Con l’accento la “e” diventa un verbo, e allora la frase potrebbe suonare come una condanna senza discussioni del tofu, che farebbe cosi’ schifo da essere teppismo.

Per rimanere nel lato oscuro della scritta, serve affidare il commento musicale ad un vegano convinto ed arrabbiato, in una delle canzoni che amo di piu’ (e non sono vegano):

 

Barney

 

Annunci

3 pensieri su “Filosofia da muro #75 (hat trick: Alessandro V.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...