Filosofia da muro #68 (hat trick: Tratto d’Unione)

Giusto per dimostrare che non sono ancora morto, e che sono rientrato dai monti poco sensibili alle onde elettromagnetiche dei telefonini, vi omaggio di questo bello scatto tra i millemila che Tratto d’Unione m’ha inviato:

Non_riesco_dimenticarti

Anche qua la bellezza sta nel lavoro di squadra, sebbene inconsapevole. Il bel disegno a destra non deve distogliere l’attenzione dalla scritta composita che da sotto la finestra di sinistra tratteggia due mondi molto diversi.

Il primo scriba con lettere tondeggianti e punto esclamativo finale sembra ancora troppo preso da un altro/a che probabilmente per lui non c’e’ piu’.

L’altra mano, magari proprio dell’altro/a, ammazza qualsiasi velleita’ con due sole parole.

Amen.

 

La colonna sonora e’ dei La’s, ma e’ cantata dai Pearl Jam nell’unica versione che tutti conoscono:

 

Barney

Annunci

7 pensieri su “Filosofia da muro #68 (hat trick: Tratto d’Unione)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...