E’ tempo di processi (freddi)

E’ tempo di scrivere qualcosa sulla saga della fuffa fondente a freddo, che da anni promette energia gratis e senza limiti a stuoli di Monaci Diacci Marmati della Chiesa degli Ultimi Giorni.

Per adesso non si puo’ scrivere nulla di tecnico, perche’ non abbiamo sott’occhio la relazione sull’anno continuativo di funzionamento del trabiccolo di Andrea Rossi in una factory a caso (che per i MDMdCdUG e’ di sicuro -ma a giorni alterni-: una distilleria di bioetanolo, una lavanderia industriale, un’azienda chimica che produce spugne metalliche per marmitte catalitiche, un mangimificio per pesci da acquario [1]) dalle parti di Miami, Florida. Non abbiamo nulla da discutere, a parte quello che ci dicono Rossi e i suoi ferventi sostenitori, ovviamente.Versione che vi risparmio, non essendovi anche qua nulla di nuovo da riferire (ovviamente tutto ha funzionato alla grande, in media l’energia erogata dal ciottoro e’ stata sei volte quella immessa, ma spessissimo anche sessanta volte, poi come sempre nessuna radiazione e’ uscita dal bussolo, e il Secret Customer -di cui sappiamo piu’ o meno un cazzo- e’ stato cosi’ contento che ha ordinato altri tre accrocchi a Rossi. E la marmotta viola per un anno intero incartava cioccolate fondenti…).

Quindi toccherebbe scrivere una storia accessoria, fatta di accordi, contratti, cessioni di diritti di proprieta’ intellettuale, e -infine- rottura di tutto quello che era stato diligentemente sottoscritto e conseguente azione legale. Da parte di Andrea Rossi nei confronti del fondo di investimento merregano che gli aveva promesso 100 milioni di dollari in tutto (di cui 11 e mezzo gia’ versati), SE il trabiccolo avesse funzionato.

Alla fine del test, non vedendo soldi, Rossi ha denunciato a un tribunale della Florida gli investitori per inadempienza, e gli investitori se ne sono usciti, dopo qualche giorno, con un laconico comunicato il cui succo e’:

“…Industrial Heat has worked for over three years to substantiate the results claimed by Mr. Rossi from the E-Cat technology – all without success…”

Che tradotto in lingua corrente a suona piu’ o meno come “non funziona”.

Da li’ s’e’ scatenato Rossi, che impazza da giorni con dichiarazioni sempre piu’ roboanti, accuse sempre piu’ pesanti contro Industrial Heat (l’investitore) e nuovi piani per aggeggi ancora piu’ magGici di quello testato per un anno in una fabbrica a caso in Florida.

Questa volta si tratterebbe di un trabiccolo delle dimensioni di un sigaro, che produce direttamente energia elettrica, calore, luce e -cosi’ dice Rossi, quindi per i MDMdCdUG e’ automaticamente vero– puo’ anche essere usato per produrre spinta in un motore a turbogetto o in un razzo.

Il modello successivo fara’ anche il caffe’ corretto, credo mettendoci dentro solo pneumatici esausti…

Non vado oltre, ma continuo (dal 1989) a stupirmi di come la gGente creda a questa cosa della fusione fredda (o Low Energy Nuclear Reactions, come si chiamano adesso), senza uno straccio di prova convincente, ma con la cieca speranza di avere, un giorno una fonte di energia inesauribile e gratuita, tirata fuori da questi ciottori che fanno tanto steampunk di terza mano. Mi stupisco soprattutto perche’ oltre alla assoluta inconsistenza scientifica della cosa, nel caso specifico l’inventore e’ un personaggio di questo tenore:

doctorrossiIsuppose

Uno che insomma se lo vede la NeuroDeliri in giro lo carica su una bella macchinina con la sirena accesa, dopo avergli allacciato la camicia sulla schiena (se non l’aveste notato, quello che Rossi ha in mano e’ uno stetoscopio. E quel cassone e’ il famigerato E-Cat…).

Il motivo e’ che la cultura scientifica si e’ drammaticamente ridotta, in tutto il mondo, se va bene a “ricercare su Wikipedia“, oppure nel caso peggiore “guardare i video su youtube”. Ma in realta’ il problema non e’ della cultura sientifica; e’ della cultura in generale. Come ho gia’ scritto un po’ di volte, oggi come oggi e’ piu’ facile far pensare gli altri al posto nostro, che pensare e ragionare e’ faticoso e difficile. Al problema di inventare -rigorosamente in garage, rigorosamente senza avere mai frequentato un’aula di Fisica- una nuova fisica (in culo Feynman, Einstein, Maxwell e gli altri cialtroni del passato), e di scoprire la magica fonte energetica del terzo millennio ci pensano i tipi come quello qua sopra, con lo stetoscopio piantato nelle recchie che ascolta il coro di idrogeno e nickel che reagiscono col litio e producono tutta l’energia che ci serve.

(Inciso poetico:

Trainor lo sapeva come far reagire gli atomi, perche’ aveva studiato:

Only the chemist can tell, and not always the chemist,
What will result from compounding
Fluids or solids.
And who can tell
How men and women will interact
On each other, or what children will result?
There were Benjamin Pantier and his wife,
Good in themselves, but evil toward each other;
He oxygen, she hydrogen,
Their son, a devastating fire.
I Trainor, the druggist, a miser of chemicals,
Killed while making an experiment,
Lived unwedded.

Inciso poetico)

Dai, che comunque dal 2012 ogni anno e’ per gli ottimisti fusionisti l’anno buono per il loro gatto. E questo e’ pure bisestile!

 

[1] ovviamente, non ho inventato nulla. Non ce n’e’ bisogno, in questi casi. Basta leggere 🙂

 

Barney

Annunci

19 pensieri su “E’ tempo di processi (freddi)

  1. blogdibarbara

    1. Non c’è niente da fare, i Poteri Forti sono tremendi e non gli permetteranno mai di realizzare la sua scoperta (ed evitiamo di dire chi sta dietro a tutti i Poteri Forti, dal momento che in questi giorni c’è la loro Pasqua, e se li facciamo incazzare rischiamo di finire scannati per impastare le azzime col nostro sangue).
    2. Ma lo vogliamo riabilitare il buon vecchio Lombroso, tanto ingiustamente tartassato e sbertucciato?
    3. Più o meno come gli extraterrestri: fior di scienziati con settemila master sono lì da decenni ad attendere un segnale con gli strumenti più sofisticati, e quegli impuniti appaiono sistematicamente a casalinghe frustrate, lattai, adolescenti brufolosi (pare che con quelli, sia maschi che femmine, si abbiano esperienze sessuali che sulla terra neanche a sognarsele), snobbando tutta la scienza al gran completo.

    Mi piace

    Rispondi
  2. CimPy

    Eh, si fa presto (insomma…) a dire “Diaccio Marmato”. Intanto IH in mano non ha nulla. Poi sta correa. Poi c’è un sacco di gGente che c’ha messo la faccia (anche per pochi spicci, alcuni si mormora perfino solo per amicizia) e, di preferenza, eviterebbe volentieri processi anche se chiamati solo come “testimoni informati sui fatti”, che poi magari si scopre che come terze parti informate erano anche a conoscenza della totale assenza di miracoli in casa IH nonostante prima avessero giurato sui medesimi come IH stessa…

    Insomma, si fa presto a dire “ci vediamo in tribunale”, se poi nessuno, tranne eventuali parenti di giudici o giurie, ha voglia di andarci sul serio.

    Che poi, non è che se IH non ha in mano alcunché, si può sperare che invece Rossi rivoluzioni il mondo della fisica – e nemmeno quello dei magliari, alla fin fine, che non è mica il primo (e, ad oggi, nemmeno quello più in gamba, per quanto lui possa contare su un degrado culturale notevole e su mezzi di comunicazione di massa scientifici quanto basta per degradati – come youtube- che certi imbroglioni dell’ottocento nemmeno se li potevano sognare)

    Mi piace

    Rispondi
      1. CimPy

        io ce l’ho e pago uguale

        Allora il segreto deve essere altrove. Tipo allacciarsi ai lampioni in strada, oppure usare la carta di credito di qualcun altro per saldare i conti.

        Mi piace

      2. blogdibarbara

        No, il segreto è imparare a imburrare i gatti con la tecnica giusta: mai contropelo, mai con attrezzi ruvidi, mai nelle notti di luna nuova, mai col burro troppo freddo… Eh, quella è un’arte caro mio, non la impari mica in due giorni.

        Mi piace

  3. niarb

    Ma certo, caro Barney, studiare costa fatica. 😉 L’altro giorno ero a tavola con una fervente sedicente nutrizionista, che ha fatto il processo a ogni singola forchettata messa in bocca dai commensali (e questo è grasso, e quello fa male, e quello è ipercalorico, e…). Tranne poi scoprire che la “dottoressa” non ha mai aperto un libro scientifico in tutta l’esistenza e la “cultura” se l”è fatta su Canale 5 e le riviste della parrucchiera.
    A quel punto le ho chiesto direttamente: “Senti, ma se le calorie fanno ingrassare, quanto pesa ogni singola caloria?”.
    Lei, improvvisamente sotto i riflettori, ci ha pensato su, poi ha detto: “Non ricordo esattamente, ma credo 1-2 grammi…”.

    A quel punto mi sono cotto una salsiccia sul mio E-cat portatile, e sono andato via.

    Mi piace

    Rispondi
      1. niarb

        Mi sa che la convinzione fosse che le calorie “pesano” in sì, tipo pallini da caccia. Da cui il problema di assumerle col cibo.
        Non mi chiedere di approfondire ri-intervistandola, però. Il mio stomaco ha dei limiti.

        Mi piace

  4. susangipp

    Ritornando a “ciccia” sto seguendo con divertimento l’ennesimo tentativo (con molta probabilità destinato a fallire) di mettere pece e piume al genio di Caponago. Siamo sul blog di Lewan (che sta facendo un po’ le parti di Ponzio Pilato) http://animpossibleinvention.com/2016/04/20/lets-join-forces-to-bring-out-the-truth-on-rossi-ih-affair/
    Sembra la seconda puntata del Gary White story. (La terza se Proia avesse fatto casino)

    Intanto sulla bacheca del convento dei MMD appare questo scritto del misero test
    La domanda, per l’ennesima volta: vuoi dirci di grazia a che titolo ti interessi di fusione fredda da più di 20 anni? Come facciamo a non sospettarti in conflitto di interessi se da 5 anni rompi gli zebedei a Rossi e non ci dici perchè ti interessa così tanto vedere il gatto da vicino? Pet-therapy forse?
    Che tradotto in italico più o meno fa: “Perchè ti ostini a rompere le palle al vescovo per farti dare una goccia del sangue di S. Gennaro da analizzare? Vuoi togliere efficacia ad uno dei pochi modi di tenere a bada i napoletani?”

    Mi piace

    Rispondi
    1. susangipp

      Fratello passero Gio rinforza l’anatema cotro il buon Massa:
      “Perchè ti ostini a rompere gli zebedei al cardinale della diocesi di Napoli?
      Sei in combutta con Belzebù? Confessa!”

      http://lwlink3.linkwithin.com/api/click?format=go&jsonp=vglnk_146151727111718&key=fc09da8d2ec4b1af80281370066f19b1&libId=inetgi5e01012xfw000DLlfkpfuea&loc=http%3A%2F%2F22passi.blogspot.it%2F2016%2F04%2Fsursum-quorum.html%3FcommentPage%3D2&v=1&out=http%3A%2F%2F22passi.blogspot.com%2F2016%2F04%2Fsursum-quorum.html%3FshowComment%3D1461516386466%23c5627046223308218846&ref=http%3A%2F%2F22passi.blogspot.it%2F2016%2F04%2Fsursum-quorum.html&title=22%20PASSI%20D%27AMORE%20e%20dintorni%3A%20SURSUM%20QUORUM%20!&txt=24%20aprile%202016%2018%3A46

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...