Merda a palate, ovvero: perche’ la gGente crede piu’ ai cacciaballe che agli scienziati

Oggi su Repubblica on line campeggiava questa notizia qua. Ossia, detta in sintesi: la gGente tende a credere molto di piu’ ai complotti, alle sciechimiche, al moto perpetuo, ai danni dei vaccini… piuttosto che a chi si mette di buzzo buono a cercare di spiegar loro che i complotti sono difficili da metter su e difficilissimi da scoprire (immaginati te dalla gGente!), le sciechimiche sono la condensa dei motori degli aerei, il moto perpetuo e’ una cazzata per qualsiasi verso scientifico lo si prenda, e i vaccini fanno molto, molto meno male delle malattie che prevengono.

Perche’ succede questo? Ce lo aveva gia’ spiegato anni fa Uriel Fanelli nel suo miglior post, quello oramai strafamoso della Teoria della Montagna di Merda (per gli amici, la TdMdM). La quale, sempre in estrema sintesi, fa cosi’:

Centomila milioni di scimmie che battono a casaccio su una tastiera finiranno, se battono per abbastanza tempo, per scrivere il miglior romanzo della storia. L’opera assoluta.

Questa cosa sembra confortante, quasi un invito a consentire a milioni di scimmie di scrivere su una tastiera. Il guaio e’ che l’enunciazione non parla degli effetti collaterali. Centomila milioni di scimmie che battono a casaccio su una tastiera produrranno si’ il miglior romanzo della storia, ma produrranno anche una catastrofica, cataclismica, gigantesca, sterminata, montagna di merda.

Le centomila scimmie della metafora sono i milioni di coglion visitatori quotidiani di siti e pagine facebook dai titoli esotici, tipo:

  • Scienza di Confine
  • Cieli Senza Scie Chimiche
  • Vaccini Basta
  • LoSai
  • Fuori da Matrix
  • Informare per Resistere
  • Nikola Tesla – IL SEGRETO
  • Aprite gli occhi

e mille altri simili produttori quotidiani di stronzate sesquipedali cui e’ obiettivamente difficile star dietro, dato che son legione.

L’articolo di Repubblica prende lo spunto da uno studio serio, liberamente scaricabile da qui, che non fa altro che certificare -numeri alla mano- quanto sia vera la TdMdM. Ossia: con l’avvento di Internet e’ facilissimo far credere ad un numero enorme di persone cose del tutto assurde, semplicemente giocando:

  • sull’asimmetria della conoscenza tra queste persone (che in genere non capiscono un cazzo delle cose di cui discutono) e chi quelle cose le studia veramente,
  • sull’uso di parole complicate (meccanica quantistica, sinestesia, fist fucking[1]…)
  • su paure ancestrali (la morte, la malattia, le multinazionali e massimamente $Big$Pharma…)
  • su concetti astratti ma inquietanti (il complotto, i grigi, il telecontrollo, le onde stiracoglioni[1], i solitoni dei buchi neri locali…)
  • sull’effetto branco (Tizio ha cliccato “mi piace”, Caio pure, devo farlo anch’io), che diviene una comunita’ chiusa autoreferenziale (il branco si protegge, e’ omogeneo, tetragono ai nemici esterni, tutti la pensano come il Leader Fuffaro).

La tecnica dei fuffari professionisti, quelli che raccattano adepti come il miele (o la merda) fa con le mosche, e’ mirabilmente spiegata da Uriel nella TdMdM: si parte con una affermazione apodittica (“I vaccini fanno venire l’autismo”), e se l’interlocutore ti dimostra che non e’ vero (e no: non e’ vero), si passa all’affermazione successiva: “Ma gli eccipienti al mercurio fanno venire il cancro”. Sbugiardata anche questa balla con fatica e citazioni di articoli scientifici, il fuffaro professionista invochera’ il tetratellurato di bismuto, poi il complotto demo-pluto-giudaico dei Savi di Sion, gli alieni dell’Area 51,  la macchinazione dei froci per mandare il gender al potere… fino magari a tornare con perfetto moto circolare all’affermazione iniziale. Con sempre piu’ gGente che a bocca aperta lo segue nelle sue evoluzioni di pestatore di merde, non capendo un cazzo -come da manuale del perfetto gentista- di vaccini, autismo e biologia in generale.

Il consiglio di Uriel e’ di lasciar perdere la discussione con questa gGente, anzi: dirgli subito sul muso che noi siamo dentro il complotto, noi siamo i Savi di Sion, siamo quelli che spargiamo le sciechimiche dagli aerei. Un po’ come si fa coi Testimoni di Geova, insomma: t’arrivano in casa, te gli sventoli sul muso la tessera di donatore di sangue dell’AVIS (o ancora meglio, una bella sacca di sangue congelato) e quelli in due balletti son gia’ al palazzo successivo.

Io -l’avrete capito- non ci riesco: mi metto a discutere con questa gGente e ne ricavo solo un modesto divertimento. Mi scordo sempre pero’ dell’antico adagio che perfettamente si applica a questo caso:

Mai lottare nel fango con un maiale. Vi sporcherete entrambi, ma al maiale piacerà.

Da non dimenticare poi che in genere il fuffaro capo ci guadagna, e alla grande. Come dicevano Lee Masters prima e De Andre’ poi, i venditori di olio di serpente han sempre guadagnato meglio dei medici:

[1] parole messe li’ a caso per vedere se siete svegli.

Barney

Annunci

6 pensieri su “Merda a palate, ovvero: perche’ la gGente crede piu’ ai cacciaballe che agli scienziati

  1. Ul Magnàn

    Fra le pagine dai titoli esotici hai dimenticato “22 Passi di cazzate e dintorni” dove un esercito di monaci infaticabili e devoti si affanna a lanciar palate in cima alla montagna di Uriel. Una delle recentissime palate, dedicate al nuovo gadget del keshe, prossimamente in vendita a 300+500 euri, rischia di far perdere all’Everest il primato di altezza.

    Mi piace

    Rispondi
  2. CimPy

    Beh, ma ce ne stanno così, di sii della fuffa galattica (il più rappresentativo per me resta quello dei sogni di dioni (niente link e nome tradotto dall’englis’ che fa more scientist, che di pubblicità non ha certo bisogno). Per quanto, lo ammetto: i passeri di 22 e girotondi sono sempre un punto di riferimento: se è scritto lì è , come minimo, un’esagerazione – ma più spesso è proprio una bufala,. si tratti di Parkhomov o dell’ Hyperion, del piezonucleare o del raggio della morte, dell’omeopatia o della spirulina, del metodo Stamina o di quello detto “Di Bella”, della Rar energia o di Tesla forever, degli alieni tra i Sumeri o del Grande Disegno Ponderoso….Poi non c’è come la coerenza del luogo, prima sito per signorine, poi autoproclamatosi megafono di Rossi, poi Chiesa Diacccia Marmata, poi giardino pensile isolato, dove lo stesso documento – a seconda del luogo di conservazione – diventa una volta il Sacro Testamento, un’altra il Libro del Demonio, dove ci si dimentica sistematicamente di tutte le smentite e – ciclicamente – si ripresentano le stesse bufale (che dopo 3/6/18 mesi, il passero medio non ricorda più niente di quel che era andato storto prima). E, per non farsi mancare nulla, convivono hameriani con Omeopati, Creazionisti con Darwinisti (ma con svastica al braccio) e gente che parla di complottoni giudo-pluto-american-sionisti, ma solo perché ai sionisti vuole bene (agli americani, specie quelli che pagano tanti dollari, tutti gli altri)…Passeri, che persino davanti alle ammissioni di un taroccatore insistono a dire che la sua opera è genuina e degna di fiducia – è una lettura esilarante, come si potrebbe farne a meno? Occhio se ci si passa, ai terremoti – che producono un sacco di neutroni, a differenza dell’E Cat.

    Mi piace

    Rispondi
  3. blogdibarbara

    Haha, beccato il Barney Panofsky a propagandare un luogo comune FALSO! Il maiale sta nello sporco perché il contadino, convinto fin dalla notte dei tempi che lui stia bene nello sporco, non gli pulisce lo stallotto, e lui via da lì non ci può andare, ma tu prova a mettergli a disposizione uno spazio sporco e uno pulito, e lo vedi cosa sceglie!

    Liked by 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...