Storie

C’e’ da un paio d’anni un fumetto Bonelli che -rifacendosi a stilemi e capisaldi di genere- racconta di un futuro postapocalittico come se ne sono visti tanti, pero’ con un mix di disegni, colori, trame e approfondimenti psicologici che e’ raro trovare anche in osannati romanzi e film epocali.

E’ “Orfani“, che dalla seconda stagione si intitola “Ringo” perche’ lui e’ l’unico sopravvissuto del gruppo originario di bambini trasformati in macchine per uccidere un nemico alieno che non esiste.

Tutto orchestrato dalla villain della serie, la bella e tremenda Jsana Juric. Prima psicologa, poi deus ex machina, infine presidentessa mondiale, l’unico scopo della Juric e’ trovare ed uccidere Ringo, che si muove con tre adolescenti in una Italia post-bomba spettacolare.

Ma non volevo parlare dei disegni (comunque splendidi, questo mese alle matite c’e’ pure Bacilieri, per dire), perche’ ogni albo e’ preceduto da una citazione di un fantomatico libro che si intitola “Il mondo dopo la fine“, della Juric (in realta’ ogni pezzo e’ scritto da Roberto Recchioni, coautore con Emiliano Mammucari della serie), e che spesso da solo vale il prezzo del fumetto.

Questo mese il testo e’ questo qua, indegnamente fotografato dal mio cinafonino a manovella:

IMAGE00118(1)E c’e’ gente che continua a pensare che il fumetto non sia letteratura…

Barney

Annunci

2 pensieri su “Storie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...