Le cose che odio di piu’ (numero qualcosa)

La nutella.

Non mi piace il gusto di surrogato del cioccolato (dovrebbero esservene tracce, disperse tra l’olio di palma, le nocciole e le tre o quattro badilate di zucchero a confezione), ma mi fa incazzare al massimo la forma assurda e inutile del barattolo. Che impedisce di prendere tutto il contenuto.

Un barattolo vuoto di nutella e’ cosi’:

nutella_barattolo_vuotoCi sarebbe merd roba per un’altra fetta di pane, ma con cavolo che ce la levi, con un coltello/una spatola/un cucchiaio/quel che ti pare.

Ora usciranno fuori i fanatici della merd crema spalmabile piu’ famosa del mondo, a dire che il barattolo va ripulito con le mani. Bravi, potrebbe essere vero se le vostre zampette entrassero nel barattolo fatto a cazzo di cane.

E invece no, non ce la farete mai.

Potete provare a leccare fino in fondo agli angoli, ma non siete oritteropi: non arriverete nemmeno a un quarto del barattolo.

Questo e' un oritteropo. In inglese "aardvark", una parola utile quando cercate qualcosa che inizi con due "a".

Questo e’ un oritteropo. In inglese “aardvark”, una parola utile quando cercate qualcosa che inizi con due “a”.

Il barattolo fa dunque cacare come il contenuto. C’e’ coerenza, in questo, devo ammetterlo.

Un’altro particolare incredibilmente disturbante (per me, ovvio) e’ quella cartina oleata e dorata che appiccicano sull’apertura per sigillarla. Quando apri il barattolo per la prima volta, gia’ toglierla e’ una roba da tirarci due o tre bestemmioni, poi te ne resta sempre un pezzo sul bordo che non si levera’ piu’. E proprio li’ si concentrera’ la maggior parte della nutella quando pulirai il coltello sul bordo del barattolo del cazzo, stratificandosi in una sostanza (forse merd granito) che assume sfumature sempre piu’ sbiadite giorno dopo giorno, e consistenza che da quella del pongo vira presto al marmo e alla ghisa.

Devo continuare? Le etichette personalizzate. Roba da ceffoni dati a mano aperta: che cazzo ti compri il barattolo personalizzato? Tanto lo butti via, quando e’ finito! E magari (non lo so, azzardo…) costa anche di piu’ del modello normale. Cioe’, magari c’e’ gente disposta a farsi spillare qualche centesimo in piu’ solo per vedere il suo nome su una confezione che poi andra’ nella campana del vetro. Eh? Furbissimi! Oppure, anche se il prezzo e’ lo stesso, tu che non hai mai mangiato la merd nutella te ne compri un barattolo col tuo nome e te lo metti in cucina, fuori dalla dispensa, a portata d’occhio tua e dei tuoi ospiti. Cosi’ magari tu e loro vi ricordate come ti chiami…

Penso basti, s’e’ capito che odio la nutella: e’ il momento di chiuderla qua altrimenti la Ferrero mi fa causa.

Qua sotto ci sono i R.E.M. che cantano la splendida “E-Bow the letter” assieme a Patti Smith, una roba che inizia cosi’: “Look up, what do you see? All of you and all of me“, una roba che non e’ un surrogato.

E’ cioccolato:

Barney

Annunci

30 pensieri su “Le cose che odio di piu’ (numero qualcosa)

  1. Man from Mars

    Finalmente qualcuno a cui non piace la Nutella! Mi guardano sempre strano quando dico che a) non è “cioccolata”, manco da lontano, b) è strapiena di zucchero e roba industriale della peggior specie e c) non ho nessun riflesso pavloviano quando mi si mostra l’illogico barattolino.
    Evviva la cioccolata vera, evviva gli oritteropi!

    Mi piace

    Rispondi
  2. blogdibarbara

    Acchebbello, addirittura in tre siamo!!!! Ai motivi elencati aggiungerei il fatto che è schifosamente appiccicosa (se poi aggiungiamo anche che piace a quel nulla assoluto in tutti i campi e sotto tutti gli aspetti di Nanni Moretti…)

    Mi piace

    Rispondi
      1. blogdibarbara

        Io no: mangio in quantità industriali le cose che mi piacciono (poi vado dall’estetista a fare una pulizia al viso e quella – che tra l’altro è una ex scolara – mi guarda e strepita: “Di nuovo cioccolata, eh?!”); poi ci sono le cose che ho provato a mangiare e che non rimangerò perché mi fanno schifo (la zucca, le ostriche, l’avocado, i crauti) e quelle che non ho mai mangiato e non mangerò mai perché mi fa senso l’idea (rane lumache anguille sushi). Tanto, di morire giovane per colpa delle mie intemperanze ormai non lo rischio più.
        L’oritteropo ha anche il valore aggiunto di poter essere usato come campana di Gauss.

        Liked by 1 persona

      1. blogdibarbara

        Tempo fa avevo fatto, un po’ per celia e un po’ per non morir e un po’ anche per unire l’utile al dilettevole, un post con quattro diverse esecuzioni del bolero (che secondo qualcuno non è altro che un gigantesco orgasmo: verità sacrosanta. In questa esecuzione no ma in quelle classiche sì. Prova a usarlo come accompagnamento: è una roba da sballo), e nei commenti me ne sono stati messi altri due. Uno è questo, che non conoscevo e che trovo straordinario, con un effetto quasi ipnotico. L’altro dura una ventina di minuti e parte molto lento e su toni bassi per poi crescere come la marea sull’oceano Indiano (ecco, quello come accompagnamento sarebbe proprio perfetto).

        Mi piace

    1. Barney Panofsky Autore articolo

      L’ho provata da generatore di fette di pane spalmato con la roba contenuta nel barattolo immondo. Tutte le mattine, e a volte anche nei pomeriggi (d’estate pure per gruppi laocoontici di ragazzetti affamati). L’ho pure mangiata, di sicuro, ma nei miei ricordi di bambino al posto della nutella c’era una roba bicolore che di certo conteneva veleni in quantita’ tripla rispetto alla nutella, ma a me piaceva molto di piu’.
      Ora a volte la MIA colazione e’ a base di pane spalmato. Con il dulce de leche, pero’ 😛

      Liked by 1 persona

      Rispondi
      1. CimPy

        Eh, overdose da surrogato di Nutella (a sua volta surrogato di crema di cioccolato/crema di nocciole/ crema di marroni).
        Non c’è speranza: sei destinato ad odiarla pur essendone irresistibilmente attratto (i commenti su quanta ne va sprecata a causa della forma del barattolo e del tipo di chiusura sono rivelatori….)
        😉

        Dài, seriamente: è una porcheria ce fa anche male, come tutte le cose buone, lo sappiamo.

        Mi piace

      2. ijk_ijk

        Perche non vendere anche la nutella in tubetto come il dulce di lece? Non sarebbe la soluzione migliore? Niente impiastricciamenti,, igiene maggiore, possibilità di trizzare il tubetto fino all’ultima molecola di nutella?
        La risposta è nel vento…

        Mi piace

  3. rachelgazometro

    A casa mia si viaggia nell’ordine di un barattolone di Nutella a settimana, grazie al quattordicenne. Mi avvisa che è finita quando al suo interno ce n’è ben più di quello che hai mostrato nella foto.
    Ti dico la verità, se trovassi il barattolo di Nutella col mio nome lo comprerei.

    Mi piace

    Rispondi
  4. Erotic Art Drops

    Tempo fa ho visto da qualche parte un coltellino di silicone creato appositamente per ripulire al meglio il barattolo di Nutella, purtroppo però non riesco a trovarlo per mandartelo. Ad ogni modo puoi sempre comprare la confezione a bicchiere, come ben suggerisce CimPy.
    Comunque sia mi dissocio da ciò che dici, la Nutella è troppo bbbona.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Barney Panofsky Autore articolo

      Se posso osare, e’ che i consumatori si sono abituati al Tavernello, e non riescono piu’ ad apprezzare il Barolo. Traduco: esistono fior di prodotti artigianali un paio di ordini di grandezza piu’ buoni della nutella, solo che oramai se deve magna’ ‘a nutella.
      Come si devono ascoltare Kekko e i suoi Moda’ invece che i Fugazi 😛

      Mi piace

      Rispondi
      1. CimPy

        “esistono fior di prodotti artigianali un paio di ordini di grandezza piu’ buoni della nutella, solo che oramai se deve magna’ ‘a nutella”
        …chiara dipendenza: ormai non ne esci più, sei andato in overdose da piccolo.
        Anche l’accenno al fatto che non si riesce a ripulire il barattolo con le dita (da adulti), la dice lunga. Tentare con una comunità di recupero?

        (Barney, metti giù quella doppietta: sto a scherzare!)

        Mi piace

      1. Erotic Art Drops

        Vabbè dai, io volevo che rimanesse uno strumento avvolto dal misterioso, poi un giorno sarei tornata qua lasciando un nuovo commento “Hey, ho trovato la famosa spatolina per la Nutella, accorrete!” e invece niente, hai rovinato tutto e adesso dovrò rinunciare al mio momento di gloria. 😦
        Perché lo hai fatto, stiamo a Natale perdio!

        Mi piace

  5. ijk_ijk

    Mi fa piacere di non essere il solo a non capacitarsi la strana forma del barattolo grande di Nutella. Ti aspetti che le confezioni piu diventano grandi e piu dovrebbero essere spartane e razionali. E invece con la nutella + l’opposto. L,unica spiegazione che mi do (anche se mi pare idiota ma di questi tempi non ci stupisce di nulla) è che speculino sui nutella addicted dato che sono loro a fare incetta di prodotto.

    Mi piace

    Rispondi
  6. Pingback: Il bene e il male | BarneyPanofsky

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...