Con l’idiota, in giardino, ad isolare le rose migliori

Il titolo e’ un brano della colonna sonora, e mi serve solo per introdurre l’argomento.

Che e’:

l’immane stronzata razzista propinata alla stampa dall’inutile travet gasparriano che l’establishment del pallone nazionale aveva opportunamente scelto per farne il nuovo Presidente della FIGC.

L’idiota in giardino, perlappunto, che isola le rose migliori. Solo che invece che rose sono cacche di segugio…

L’ometto e’ gia’ lombrosianamente impresentabile, come dimostra l’immagine qua sotto.

tavecchioneLa frase incriminata che ha scatenato un discreto macello gliela facciamo pronunciare a lui, va:

Ora, questa personcina di elevato spessore e’ ancora il candidato in vantaggio per la Presidenza della FIGC; pare che solo la Fiorentina abbia stasera revocato la fiducia al genio della comunicazione. I padroni del pallone sono tutti tetragonicamente convinti che si, abbia detto una stronzata, ma e’ il meglio che il nostro calcio puo’ adesso produrre. Auguri…

Ci pensate? In Inghilterra per eleggere un Presidente della FA non e’ che fanno entrare un Carlo Tavecchio qualunque, che al suo paese fino a un mese prima raddrizzava le banane col culo, e lo fan diventare capo supremo della Federazione!

Col cazzo, signori!

Li’ leggono il curriculum, controllano il pedigree e la purezza della razza, e alla fine fanno anche un test di cultura generale.

Son sicuro che Tavecchio, esperto uomo di mondo, sarebbe immediatamente arruolato nella FA, anzi: perche’ non ha ancora applicato, mi chiedo io?

Preferisce mica lavorare ancora qua con le banane, eh?

 

Ah, me stavo a scorda’ er mejo…

 

Barney

Annunci

11 pensieri su “Con l’idiota, in giardino, ad isolare le rose migliori

  1. Gintoki

    Solo io ho l’impressione che in Italia per sistemare le cose mettiamo sempre persone che sembrano uscite da un castello kafkiano? Come se ci fosse una centrale di produzione burocrati senza cervello, che produce appunto personaggi che di mestiere fanno quelli che vengono piazzati a dirigere qualcosa

    Mi piace

    Rispondi
    1. Barney Panofsky Autore articolo

      E stiamo parlando di un presidente di una federazione sportiva. Il problema e’ che il Principio di Peter ruleggia in ogni buco della macchina governativa italiana: secondo me moltissimi politici e dirigenti pubblici vengono scelti per quanto NON capiscono. E’ il sistema che seleziona l’incompetenza, dalle scuole in su e’ un continuo superare il livello di incompetenza e -oviamente- un fare danni sempre piu’ grossi…

      Mi piace

      Rispondi
      1. blogdibarbara

        Adesso ti racconto una cosa: quando ero in Somalia, nessuno ci credeva che non avessi avuto nessuna raccomandazione. Di tutti i docenti dell’università di Mogadiscio (al 90% italiani) ero l’unica a non vantare al proprio attivo ministri o vescovi o, come ha detto qualcuno, “io non ne ho di tanto grossi ma ho puntato sul numero: ne ho presentate sedici!”, e una addirittura “la Signora”, quella che per conto del ministero degli Esteri selezionava i docenti da mandare lì. Su un centinaio di docenti, sono stata l’unica ad essere stata presa grazie al curriculum. Quindi fidati: non conosco Gasparri ma sono autosufficiente, e banane, cicatrici, groppi di tendini rotti e quella cosa che ancora non si è capito cosa sia per cui se solo mi vengono sfiorate le gambe svengo dal dolore, bastano. Anzi, dirò di più: bastano e avanzano. E siccome io sono buona e oggi è il tuo giorno fortunato, Gasparri lo cedo a te. E adesso ringraziami.
        PS: ma tu hai il blog regolato sul fuso orario di Raykjavik?

        Mi piace

      2. Barney Panofsky Autore articolo

        Era una battuta, la mia! Non credo sopporterei di avere rapporti di qualsiasi tipo con qualcuno che e’ stato raccomandato da Gasparri.
        Anche la mia Prof. di riferimento per il dottorato ando’ in Somalia per fare lezioni. Presumo che lei conoscesse qualche vescovo piu’ di te (non perche’ sia una cattiva persona: e’ solamente mooooolto cattolica. Io moooolto niente. Maanche moooolto niente ebreo o islamico o quel che ti pare).

        E allora, grazie per avermi ceduto Maurizietto, e grazie per i commenti.

        Per quel che riguarda il fuso orario, beh: IO sono sicuramente fuso. Sul fatto di essere pure “orario” ho dei dubbi. Su Ryeikiavik o comecazzosiscrive, non so che dirti: lascio fare tutto alla macchina 😛

        Mi piace

      3. blogdibarbara

        Attento a quello che dici: avevo un amico che si dichiarava spesso fuso, e io l’ho soprannominato formaggino.
        (Maddai, dici sul serio? E io che ti credevo innamorato morto di G.!)
        PS: come si chiamava la tua prof?

        Mi piace

  2. il barman del club

    è sempre il solfo discorso: bisogna mettere a capo uno stupido, così lo si può manovrare come si vuole, perché chi comanda veramente sta sempre dietro le quinte per il proprio tornaconto. La faccia ce la mette sempre “l’utile idiota”, mentre “l’intelligente” fa i soldi a palate e si salva ogni volta, perché c’è sempre un altro idiota pronto a cadere nella trappola del comando, un qualcuno che si crede al di sopra della gente comune. e invece, quando apre la bocca, dimostra sempre il suo vero valore. Si… siamo messi proprio male !!!

    Mi piace

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...