Lenzuola sporche

Mi spiace essere blasfemo  (per chi ci crede) e noioso (per il resto del mondo), ma purtroppo il Prof. Alberto “spaccagranito” Carpinteri, gia’ famoso per essere stato messo a  capo dell’Istituto Italiano di Metrologia di Torino e per avere ivi imposto un succulento indirizzo di ricerca sulle reazioni piezonucleari (ossia: la fuffa della fuffa), e’ oggi stato nominato su Repubblica on line per le sue fondamentali ricerche sulla Sacra Sindone (TM e Copyright Chiesa Cattolica(R) ), e sui fenomeni che impressero sul lenzuolo l’immagine di Gesu’. Forse.

Secondo il Nostro, fu tutta colpa di un terremoto, e della conseguente emissione di neutroni credo lenti, che reagendo con l’azoto del lino avrebbero fotografato un corpo. Tutte queste radiazioni ionizzanti avrebbero anche ovviamente avuto un impatto sulla successiva datazione al C14; consola parzialmente l’omino del mio cervello il fatto che l’articolessa inutile si chiuda con cotesta frase qua: “privi di alcun fondamento scientifico“.

 

Barney

Annunci

15 pensieri su “Lenzuola sporche

  1. Luca

    A me spiace invece essere scurrile ma, pensate, se fosse vero, in California per esempio, quanti capi intimi che indossiamo sotto i pantaloni, durante i frequenti terremoti, troverebbero fissate indelebilmente certe imbarazzanti “strisciate” che normalmente vede solo la mamma o la consorte quando fa il bucato! Avremmo in giro per tutto il mondo milioni di “mini-sindoni” anche se non venerate come quella di Torino!
    A Carpintè! La toeria fa troppa acqua e l’articolo non è buono nemmeno per l’inserto di Topolino!

    Mi piace

    Rispondi
  2. Cimpy

    Ovviamente l’articolo è anche qui, dove viene spacciato per nuovo (che le dirtettive lì sono: pubblicare solo cose non pubblicate prima altrove) a solo uno o due anni di distanza dalla prima pubblicazione. Che già allora era costata il posto a qualcuno, anche perché “con gli Angeli non si scherza”; diceva uno simpatico, appunto
    A queste bazzecole si può pure passare sopra, la scienza in fondo non può spiegare tutto. Ma la storia dell’angelo che ci mette un quarto d’ora a spostare la pietra no! Questa non può essere accettata, qualunque angelo che si rispetti ci metterebbe molto meno di 15 minuti per spostare una pietra, sennò che angelo sarebbe? Quindi la teoria è fasulla. Gli angeli sono angeli e non si scherza.

    Mi piace

    Rispondi
    1. Luca

      Peccato ci vada solo di mezzo la già poco rispettabile reputazione di noi sfigati di italiani.
      A uhè, bizza, maffia, shbaghetti e manduline, potevamo farci mancare nù carp-kazzenger?

      Mi piace

      Rispondi
  3. Pingback: Divina provvidenza (Piezopoli,cont) – Ocasapiens - Blog - Repubblica.it

  4. ijk_ijk

    Ammetto di non aver letto il pregevole articolo ma secondo le scritture al momento del terremoto Cristo era ancora sulla croce, non nel lenzuolo, a meno che i neutroni siano veramente molto lenti..

    Mi piace

    Rispondi
  5. Pingback: Miracoli in serie « Oggi Scienza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...