A ray of Allen

Ero in giro per lavoro, e l’altra sera avevo letto (su un giornale italiano) un titolo che mi aveva fatto pensare che il campionato NBA 2013 fosse stato vinto dai San Antonio Spurs. Che erano in finale con i Miami Heats; insomma, le due squadre che mi piacciono di meno: una perche’ vince come vinceva il Milan, ovvero comperando talenti come fossero dozzine di rose (gli Heats), l’altra (gli Spurs) perche’ gioca di opportunismo, calcolo, saggezza in un campionato dove quest’anno avrebbe dovuto spadroneggiare la spumeggiante freschezza di Denver o la prorompente fisicita’ dei Thunders. Ma tant’e’…

Insomma, ero convinto che gli Spurs si fossero aggiudicati l’Anello, quando invece oggi scopro che si va a gara 7, e ci si va non grazie (meglio: non solo grazie) al trio delle meraviglie di Miami (LeBron James, Dwyane Wade, Chris Bosh), ma per mano dell’unico simpatico (a me) della squadra: Mr. Ray “He got game” Allen.

Il quale Ray, a 5 secondi dalla fine dei tempi regolamentari, ha fatto quello che fa spesso: prendere la palla in angolo e piazzare la tripla. Ecco qua:

 

Barney

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...