“Oblivion”, J. Kosinski (USA, 2013)

Chi ha visto almeno dieci film di fantascienza in vita sua ne riconoscera’ come minimo tre o quattro in “Oblivion”, un film che si muove sui sicuri binari del deja vu e su plot e stilemi se non scontati almeno visti e rivisti. Poi c’e’ Tom “una faccia” Cruise, che nel mio immaginario e nella mia memoria ha cambiato espressione solo quando -in “Minority Report”- si e’ iniettato il botulino per non essere riconosciuto. Insomma, detta cosi’ non sembrerebbe un film da vedere.

Invece, secondo me la visione ha un suo perche’, e in fondo -pur non essendo un capolavoro, anzi…- ci si trova davanti a una pellicola con una fotografia magnifica, ambientazioni mozzafiato e soprattutto una storia che fino ad un certo punto regge benissimo, senza bisogno di troppi infodump (che ci saranno, alla fine, e spiegheranno tutto sin dall’inizio) e flashback.

Un paio d’ore di discreto svago, un finale telefonato una mezz’oretta prima, e citazioni su citazioni di grandi classici, da “2001 odissea nello spazio” a “Il pianeta delle scimmie”, a “Dune”,  “Predator”, sino a “Spazio 1999”.  Poteva andare peggio, tutto sommato 🙂

 

 

Barney

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.