Una foto da Malta

[Non v’aspettate tramonti sul mare di Gozo, o abbacinanti pomeriggi d’agosto a La Valletta, che ovviamente parlero’ d’altro]

Stasera sono stato a cena con altri personaggi che come me in questo periodo bazzicano il nord Europa; eravamo quattro italiani, un tedesco e un maltese. E gia’ questa sembra una barza da Pierino, sarebbe sufficiente che uno degli italiani fosse pure Carabiniere e vi saremmo gia’ dentro fino ai polpacci.

E invece siamo nel mondo reale.

Del tedesco, completamente calvo, professore di aeronautica a Brema, con fisico da rugbista in pensione e propensione alla battuta fulminante e alla risata grassa, pasteggiante a limonata e cappuccino per farsi riconoscere anche qua, parlero’ forse un’altra volta.

Stasera raccontero’ del maltese, Mario. Giramondo per lavoro, una famiglia a Malta con tre figli piccoli, fa il PM in una societa’ di informatica che lavora con le $grosse $banche internazionali, e seleziona i nuovi programmatori. Racconta -in un inglese perfetto- della situazione politica maltese (22 anni di destra al governo, con i socialisti che a suo dire fanno di tutto per perdere non avendo la minima idea di come si farebbe a governare), delle incertezze del suo lavoro e della sua famiglia (la moglie che il lavoro l’ha perso di recente, i figli che crescono e che hanno sempre piu’ bisogno di risorse, lui che a volte si chiede fino a quando il suo lavoro durera’… Cose normali d’una vita reale, insomma), poi parla della sua esperienza di lavoro in Italia, a Roma.

Racconta di come si faceva il mazzo per arrivare prima delle nove nella sede romana di una delle $grosse $banche di cui sopra, e non c’era nessuno.

Di come i primi impiegati cominciassero ad arrivare alle nove e un quarto, e la prima cosa che gli dicevano era “Se famo ‘n caffe’?”. Da qui switcha sull italiano, che parla perfettamente come l’inglese, e spiega (probabilmente enfatizzando) che alle dieci c’era la pausa per il secondo caffe, poi dalle undici e mezza iniziava la discussione su dove andare a pranzo, poi c’era il caffe’ dopo il pranzo e finalmente, verso le tre, poteva iniziare la riunione programmata per le 11 del mattino. Riunione che si concludeva spesso dopo aver letto l’Ordine del Giorno, visto che il top manager X non era presente, e nessuno dei suoi sette sostituti era in grado di prendere una decisione.

Racconta di come la cosa che lo stupiva di piu’, in Italia, era proprio questa gerarchia assurda per cui per ogni lavoratore ci vogliono sei o sette manager sopra, a non fare nulla o quasi.

Ci spiega che lui l’italiano l’ha imparato da solo, guardando le trasmissioni Rai e Mediaset, che tutti a Malta l’hanno imparato cosi’.

Ci dice anche che ultimamente per l’azienda in cui lavora conviene importare programmatori italiani, piuttosto che arruolare maltesi, perche’ costano meno.

Mentre racconta questo, il mio vicino ride per non piangere e gli dice “Ma te guarda se ci devono prendere tutti per il culo cosi'”. Io, da parte mia, mi stupisco della cosa e lo esorto a continuare, perche’ una foto cosi’ nitida della societa’ italiana l’ho vista raramente. Gli racconto del Principio di Peter, passando all’italiano quasi subito perche’ io gli strumenti linguistici suoi non li ho, e lui ride divertito da come si, in effetti in Italia sembra funzionare proprio in questa maniera.

Image

Tutto questo, a meno di venti giorni da elezioni politiche che ridaranno l’Italia in mano a Mario Monti o -sembra impossibile, ma non lo escluderei- di nuovo al nanetto da giardino di merda. Perche’ non e’ che la sinistra italiana abbia molte piu’ idee di quella maltese.

E se -dio non voglia- Bersani riesce a perdere queste elezioni, ho pronto per lui il piano “B”: vada da Mario, a La Valletta. Si faccia assumere come capo dei socialisti maltesi, che le elezioni le perderanno lo stesso, ma almeno avranno speso meno che comperare un leader locale.

Barney

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...