Be optimistic, be darwinian!

Tutti i complottardi e gli antimainstreamers danno oramai per spacciati sia l’Italia, sia l’Euro, sia la UE, e anche il Papa pare non stia benissimo…

Le analisi di questi corvi sapienti sono piene di “ve l’avevo detto da sei anni, io!”, di “massoni! Poteri forti! Goldman Sachs! Trilateral Commission! Bilderberg!”, di “e’ colpa dell’EurodiProdi!!!!!”  e via andare di puttanate varie, di -infine- fosche previsioni che differiscono solo per la data in cui dovrebbero avverarsi.

Lo spread continua a essere compulsato piu’ della Madonna Pellegrina di Santiago del Pilar, con esattamente lo stesso effetto pratico che l’adorazione della Madonna Pellegrina di Santiago del Pilar ha sulla vita di ciascuno di noi (direi zero, cosi’ a spanne…), e i tassi dei BOT/CCT/BPT sono stabilmente sopra i sette punti, anche per quelli a due mesi.

In sintesi: le cassandre la vedono particolarmente nera, e forse tutti i torti non li hanno…

Bene: in questo quadro fosco e cupo, in cui la distinzione tra cacca e cioccolata pare banale e immediata (e no: pare proprio NON sia nutella, quella roba laggiu’…) io mi sento moderatamente ottimista.

Ottimismo1

Mi sento ottimista perche’ ho un vantaggio strategico rispetto alla stragrande maggioranza della popolazione: ho una laurea in scienze biologiche. Non l’ho mai sfruttata, la mia laurea -anche perche’, diciamoci la verita’: non e’ che serva a moltissimo esser laureati in scienze biologiche…-, ma il fatto di avere studiato l’evoluzione degli esseri viventi, la selezione naturale, l’adattamento, le relazioni tra organismi differenti… mi portano a pensare che in un rapporto tra un ospite ed un parassita lo scopo di quest’ultimo non e’ mai quello di ammazzare l’ospite. Il parassita ha tutto l’interesse a tenere in vita la fonte del suo facile sostentamento.

Ecco: noi (inteso come “le persone normali”) siamo l’ospite. I parassiti sono gli speculatori, i traders, le merchant banks, gli stronzi che si autodichiarano “l’1% della popolazione”. Loro non vogliono ucciderci: vogliono sfruttarci ancora, perche’ se noi schiantiamo, schiantano anche loro. Loro hanno bisogno di qualcuno da sfruttare.

Tutto cio’ e’ confortante per due motivi. Il primo l’ho gia’ detto: i parassiti non hanno alcun interesse a uccidere l’ospite, e quindi non v’e’ pericolo di un crollo dell’Euro, ne’ della disgregazione dell’Europa che ha le sue belle radici cristiane, ne’ vi saranno invasioni di grigi/rettiliani/omini verdi al soldo del club Bilderberg, e ci risparmieremo pure le cavallette.

Il secondo motivo e’ in realta’ per me il primo: stanti cosi’ le cose, se loro non possono fare a meno di noi, noi invece sicuramente potremmo vivere meglio senza di loro. Qualsiasi organismo tende a staccarsi dai coglioni i parassiti, a meno che essi non si trasformino in simbionti che apportano qualcosa di utile all’ospite. Se il parassita rimane  un parassita, non c’e’ alcun motivo per l’ospite di sopportarlo. Allora, capite che vivere con la prospettiva di rovinare una decina di queste piccole merdine che sfruttano il 99% del mondo, di questi inutili succhiasangue evaditasse, beh… e’ molto meglio che vivere con il terrore della crisi. No?

Darwin ha vinto contro i bigotti e i cattotalebani: puo’ vincere tranquillamente anche contro Adam Smith, Karl Marx, Colbert, Vaciago e tutti i cazzo di raider di Wall Street. Basta aver fiducia, in lui e nel lungo periodo. Fidatevi di Charles: miliardi di anni di evoluzione non possono essersi sbagliati. 

Barney

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.