xkcd: Walking into things

Mr. Munroe non poteva farsi sfuggire l’occasione di ironizzare sulla follia collettiva del momento, il Pokemon Go.

E infatti

walking_into_things

L’alt-text descrive anche la mia giovinezza:

A childhood spent walking while reading books has prepared me unexpectedly well for today’s world

…anche se io non gioco ai Pokemon, e sospetto nemmeno Randall:-)

 

Barney

Filosofia da muro #66 (hat trick: Stefan G.)

Qua siamo di fronte a un genio che prende la palla al balzo prima che tocchi terra, e schiaccia inesorabile sul malcapitato.

Siamo a Livorno, terra di marinai, smoccolatori e scaricatori di porto (spesso smoccolatori da contratto), e il periodo estivo provoca queste cose qua:

Faccaa

Io fossi nel panaio non riaprirei ad agosto, ecco…

La colonna sonora deve essere labronica, e non puo’ che essere un pezzo di Bobo Rondelli.

 

 

Barney

 

Filosofia da muro #65 (hat trick: Tratto d’Unione)

Dall’enorme archivio che mi ha condiviso TdU vi propongo questa foto, credo sia stata scattata in terra emiliano-romagnola, che cita un gruppo “de sinistra“, “impegnato”, con testi un po’ piu’ alti di quelli di Geminaz o J-Ax:

Testa_posto

L'”apposto” al posto di “a posto” mi sembra sia tipico di quella regione, e si puo’ tollerare, dai.

Almeno sui muri.

 

Barney

Nizza

Avrei voglia di scrivere qualcosa di compiuto sull’ennesima strage di questi anni bui, ma credo che per il momento si possa lasciare spazio a Renaud e ad Axel Red. Che essendo francese e belga hanno da dire sicuramente piu’ di me. E lo dicono meglio.

 

 

Barney

Epic fail

Quando un’immagine vale piu’ di mille parole, e quando quell’immagine dovrebbe servire ad attrarre avidi avventori… Beh, meglio scegliere bene forma e colore, no?

Ice_Shit

Il tocco di classe definitivo sono le due virgolette, che riviste nel contesto “shit” invece che “coffee” somiglian tantissimo a mosche.

Il gelato li’ comunque non ce l’ho mai preso, ne’ mai ce lo pigliero’.

E la colonna sonora non puo’ essere che del Signor Merda, in una splendida doppia performance.

 

Barney

Filosofia da muro #64 (hat trick: Tiziano)

Dal Golden Bridge Tiziano -teoricamente in trasferta di lavoro per sei mesi negli USA, in pratica in giro tutti i giorni- mi spedisce questo messaggio su sasso di fiume. Obiettivamente non siamo di fronte a un muro, ma la scritta merita la pubblicazione:

IMG-20160626-WA0000

La profezia ivi campita non e’ di facile spiegazione: un augurio apotropaico degli anonimi scrittori, oppure una confessione precrimine che allude alla possibilita’ che con quella pietra si sia posto -in un universo parallelo- delittuosamente fine alla carriera politica del cialtrone biondo?

Penso piu’ la prima, e a seconda di dove quel sasso e’ messo probabilmente la forza dei numeri fara’ avverare la profezia. Che meglio di Trump credo anche Calderoli, e ho detto tutto.

Spero solo che la pietra non sia sotto al ponte, o che almeno alla chitarra in quel caso ci sia John Frusciante…

 

 

Barney

 

Il premio “Coglione del Millennio”

Si assegna oggi il premio “Coglione del Millennio“, ed e’ un premio condiviso, che non avra’ altre edizioni da qui al 3560 d.C..

Il 95% del premio va ai piu’ di 15 milioni (milioni) di inglesi -e qua si mischia il culo con le quaranta ore, intendendo inglesi anche i gallesi, gli irlandesi, gli scozzesi e gli abitanti delle Isole del Canale- che han votato “Leave” al referendum.

Ma c’e’ un 5% rimanente, che si divide equamente tra David “Sborone” Cameron (che questo referendum ha fortemente voluto, pensando che vincesse il “Remain“) e questo cialtrone qua:

farage

Quest0 cavallo d caccia alla volpe e’ Nigel Farage. E’ quello che ha giocato per mesi sul “Leave” sperando pero’ di perdere. Ma il 95% dei vincitori del premio “Coglione del Millennio” hanno creduto al cavallo, e hanno votato come lui non voleva che si votasse.

Ecco, oggi il cavallo ha rassegnato le dimissioni, dopo che le aveva rassegnate anche Cameron, il coglione al 2,5%.

Credo resti disponibile Kermit la Rana, per guidare il Regno Unito verso il “Leave“. Forse, a meno che non rassegni le dimissioni anche lui e allora proprio non so come i vincitori potranno gioire della loro vittoria. Tra una martellata sui coglioni e la successiva, tutte a segno, ovviamente.

GLi Smiths con “Panic” danno la cifra della situazione (come succede dal 1980, peraltro). Il video e’ splendido, il bambino da solo vale la visione.

 

Barney